Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Ancora una fumata nera ai colloqui sul nucleare iraniano

By   /   1 Aprile 2015  /   Commenti disabilitati su Ancora una fumata nera ai colloqui sul nucleare iraniano

John Kerry 2I ministri degli esteri delle maggiori potenze mondiali e la controparte iraniana, riuniti da domenica a Losanna, non sono riusciti a trovare un accordo e hanno esteso il limite di tempo per cercare una soluzione condivisa da tutti.

Secondo il “Ginevra 2013 Plan of Action”, il gruppo P5+1 e l’Iran si erano dati il termine del 31 marzo per approvare la bozza di un accordo quadro e avere così ulteriori 3 mesi per definire i dettagli in modo da mettere i capi di governo nelle condizioni di firmare l’accordo definitivo il 30 luglio prossimo.

Sta di fatto che, ancorché i colloqui si siano prolungati fino alla mezzanotte di ieri, ancora non è stato raggiunto il sospirato accordo di massima specialmente riguardo al numero di centrifuge, allo stoccaggio dell’uranio arricchito, ai limiti della ricerca e dello sviluppo nucleare e, naturalmente, quando e in che misura le sanzioni saranno tolte.

La sottile differenza di linguaggio tra quadro di “accordo (agreement)” e di “comprensione (understanding)” è dovuta all’opposizione dell’Ayatollah Ali Khamenei a un accordo in due fasi.

Qualora le parti dovessero accettare un accordo quadro che lasciasse irrisolti i dettagli, anche il Congresso, dove molti membri, specialmente dopo il discorso di Netanyahu, sono favorevoli a ulteriori e pesanti sanzioni, farebbe una dura opposizione al Presidente Obama, con la seria possibilità di non ratificare gli accordi presi.

Da parte sua, il Primo Ministro Israeliano, Benjamin Netanyahu, ha rinnovato le sue critiche nei confronti di un’accordo che lascia intatte molte delle infrastrutture nucleari iraniane, comprese quelle sotterranee dedicate alla ricerca e sviluppo di centrifughe capaci di arricchire l’uranio al livello necessario per l’arma atomica.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Attacco Huthi al petrolio saudita

Read More →