Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Pakistan. Eseguite altre 12 impiccagioni

By   /   17 Marzo 2015  /   Commenti disabilitati su Pakistan. Eseguite altre 12 impiccagioni

impiccagione 3Altri 12 uomini sono stati impiccati ieri dopo che lo scorso 17 dicembre era stata tolta la moratoria che durava dal 2008, da quando i militari hanno ceduto il potere ad un governo democraticamente eletto. Lo ha comunicato il Ministero dell’Interno.

Il Primo Ministro, Nawaz Sharif, ha di fatto tolto la moratoria della pena capitale il giorno dopo l’attacco terroristico ad una scuola in cui perirono 132 studenti e 9 insegnanti. L’eccidio scosse l’opinione pubblica che fece pressioni sul governo affinché avviasse un’azione più incisiva nella lotta al terrorismo.

Dal 17 dicembre sono state eseguite 27 condanne a morte per impiccagione, molti dei condannati erano militanti di gruppi terroristici, anche se la scorsa settimana è emerso che altri detenuti comuni, cui era stato rifiutata la grazia e tenuti nel braccio della morte, hanno subito la stessa sorte. Attualmente, nel braccio della morte ci sono oltre 8 mila detenuti.

Non erano solo terroristi, ci sono stati anche condannati per altri crimini, alcuni per aver commesso ucciso o commesso altri crimini efferati”, lo ha confermato il portavoce del ministero che ha anche precisato che le esecuzioni dei 12 sono avvenute in diverse prigioni.

I gruppi dei Diritti Umani ritengono che la giustizia in Pakistan sia antiquata, il sistema giudiziario sia inadeguato e spesso la polizia ricorra alle torture per estorcere le confessioni.

Per giovedì prossimo è in programma l’impiccagione di Shafqat Hussain, un giovane di 24 anni, arrestato quando ne aveva 14, e accusato di aver sequestrato e poi ucciso un bambino. Il suo avvocato sostiene che la confessione fu estorta dalla polizia dopo aver sottoposto il ragazzo a 9 giorni di torture.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Baghouz e la questione dei “foreign fighters”

Read More →