Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Arte  >  Current Article

Quattro secoli di disegni mettono in luce Venezia

By   /   1 Marzo 2015  /   Commenti disabilitati su Quattro secoli di disegni mettono in luce Venezia

Foto Poesia Luce Correr

A Venezia è di scena il disegno. Ma in realtà è il disegno che esalta tutta la luce e la poesia che la città lagunare sa trasmettere attraverso i riflessi del suo paesaggio davvero unico.

La mostra “La poesia e la luce. Disegni veneziani dalla National Gallery of Art di Washington” presenta fino al 15 marzo oltre 130 straordinari disegni creati tra il Rinascimento e l’Ottocento, giunti per l’occasione in laguna da una delle più importanti collezioni al mondo per ripercorrere l’arte ed il fasto della Serenissima.

È il Museo Correr di Piazza San Marco ad ospitare questi rari capolavori: disegni preparatori, schizzi, modelli e studi per la bottega insieme a composizioni finite. Opere che paiono riunite per indagare le infinite sfaccettature della luce, realizzate a Venezia da maestri di assoluto livello, operativi in quattro secoli di storia dell’arte veneziana.

La rassegna curata da Andrew Robison, senior curator del dipartimento di disegni e stampe della National Gallery of Art di Washington, è meritevole di attenzione anche per le comprensibili difficoltà di allestimento legate all’estrema fragilità delle opere che infatti finora avevano raramente lasciato il museo americano.

Il percorso espositivo si apre con i lavori dei maestri del Rinascimento: Giovanni Bellini, Andrea Mantegna e Vittore Carpaccio del quale ultimo è ammirabile la “Sacra conversazione in un paesaggio“. Ecco poi i disegni di Dürer e di Giorgione con il suo cosiddetto genere delle “Poesie“.

Eccezionale anche la presenza di un disegno firmato dal bresciano Girolamo Romanino dal titolo “Madonna con bambino, Sant’Antonio Abate, San Francesco e un donatore“, opera di elevata qualità artistica.

Tra i protagonisti illustri della mostra non potevano mancare con il loro contributo Lorenzo Lotto e Tiziano e anche Sebastiano del Piombo presente con un suo raffinato disegno realizzato tra il 1517 e il 1519 su uno schizzo di Michelangelo e destinato alla decorazione della cappella Borgherini di San Pietro in Montorio. Questo lavoro, più che semplicemente disegnato, pare “dipinto” su carta.

Da citare anche il “Cristo deriso“, un raro disegno di Jacopo Bassano realizzato con gessi colorati su carta azzurra veneziana nonché alcuni studi di figura e composizione del Tintoretto, di Palma il Giovane e di Paolo Veronese per passare poi ai maestri del rococò come Antonio Pellegrini e Sebastiano Ricci.

Di Giambattista Piazzetta invece alcuni lavori a gessetto che già all’epoca erano considerati opere compiute da collezionare e che quindi venivano esposti alle pareti protetti da un cristallo. Tra questi lavori da segnalare “Giovane uomo abbraccia una fanciulla” del 1743 ca., realizzato in carboncino e in gesso bianco.

Non mancano nella ricca hermesse testimonianze del Tiepolo per giungere ai celebri vedutisti come Guardi, Bellotto e Canaletto. La mostra si conclude con alcuni capolavori che Venezia seppe ispirare a celebri maestri stranieri, dal Romanticismo all’Impressionismo.

Presenti tra gli altri vari disegni per la maggior parte mai esposti in Italia di James McNeill Whistler, John Singer Sargent, Rudolf von Alt, Edward Lear, William Callow e Carl Friedrich Heinrich Werner.

Tutti prestiti eccezionali che raccontano quattrocento anni di luce e poesia veneziana con tutto il lirismo che i bagliori dei riflessi del sole sull’acqua della laguna hanno sempre saputo ispirare. Tanti capolavori che ci ricordano, semmai ce ne fosse bisogno, come la città dei Dogi sia sempre stata la culla dei più raffinati artisti.

di Aurora Portesio

La poesia della luce. Disegni veneziani dalla National Gallery of Art di Washington

a cura di Andrew Robison

dal 6 dicembre 2014 al 15 marzo 2015

Museo Correr, Piazza San Marco 52, Venezia

orari: tutti i giorni ore 10-17

    Print       Email

You might also like...

Matera capitale della Cultura esaltata dalle opere di Dalí

Read More →