Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Anche in Corea del Sud l’adulterio non è più un crimine

By   /   26 Febbraio 2015  /   Commenti disabilitati su Anche in Corea del Sud l’adulterio non è più un crimine

weddingEra uno dei pochi paesi non musulmani che consideravano l’adulterio un reato. Ieri la Corte Costituzionale Coreana ha depennato dai reati l’adultero, introdotto 60 anni fa da una legge che prevedeva fino a 2 anni di reclusione. La decisione è stata approvata con 7 voti favorevoli e 2 contrari.

Anche se l’adulterio dovrebbe essere considerato immorale, lo stato non dovrebbe intervenire in questioni prettamente provate”, ha commentato il giudice Park Han-Chul.

La questione dell’adulterio è stata affrontata diverse volte dalla Corte per verificarne la costituzionalità, senza risultati, anzi  negli ultimi 6 anni circa 5.500 persone sono state accusate di adulterio, di cui almeno 900 nello scorso anno.

Il numero delle persone condannate a pene detentive è però sensibilmente sceso e dalle 216 del 2004, si è passati a 48 casi nel 2008 e successivamente a soli a 22.

Questo trend negativo in parte riflette il cambiamento dei costumi in un paese dove la rapida modernizzazione si è molto spesso scontrata con le tradizioni. Infatti, questo concetto è stato espresso dal giudice Park durante la lettera della sentenza: “La percezione dei diritti degli individui riguardanti la sfera privata e sessuale ha subito forti cambiamenti”.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Attacco Huthi al petrolio saudita

Read More →