Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Current Article

Più digitali meno sociali?

By   /   17 Febbraio 2015  /   Commenti disabilitati su Più digitali meno sociali?

sociale vs digitaleLa nostra società è sempre più frenetica e distratta. Il mondo ormai ruota vorticosamente e sempre più spesso ci si affanna per stare al passo. Ma a quanto pare gli europei cercano una maggiore attenzione tra le persone.

E’ quanto emerge da uno studio condotto dall’istituto di ricerca tedesco Forsa che ha intervistato più di 3000 persone per giungere alla conclusione che la maggior parte di noi ambisce ad una considerazione più sincera da parte degli altri.

Dito puntato sulle nuove tecnologie, e tre cittadini su quattro dichiarano che con la diffusione di internet, delle e-mail e dei cellulari sempre connessi, i rapporti interpersonali sono diventati più superficiali. Certo, allo stesso tempo c’è chi, con sincerità, ammette anche le proprie responsabilità, dichiarando di poter dimostrare maggiore attenzione al prossimo.

Siamo quindi diventati più digitali a discapito dei rapporti sociali? Una persona su due sembra dedicare maggiore attenzione al proprio telefono piuttosto che alla persona amata, o almeno questo è quello che dichiarano i partner trascurati! In tutti i paesi interessati dall’indagine – Germania, Austria, Gran Bretagna, Francia, Italia e Spagna – quattro intervistati su dieci ammettono di controllare di continuo gli aggiornamenti e le notizie che arrivano sul loro telefono cellulare, anche quando sono in compagnia. Per non parlare del telefono posato sul tavolo, a portata di mano, anche quando si è seduti con altre persone.

Guardarsi negli occhi mentre si parla è molto importante, è uno degli elementi alla base dei rapporti interpersonali, indipendentemente dagli argomenti trattati, che posso essere più o meno seri. Sembra che a tutti dia fastidio che l’altra persona guardi il telefono cellulare durante la conversazione, ma a quanto pare poi è abitudine comune.

La ricerca è stata condotta svolgendo interviste a campione in merito ai valori dell’attenzione e del rispetto reciproco, su incarico della Swiss International Air Lines, che oggi si presenta come loro ambasciatrice. Per questo motivo, sostiene il progetto The Art of Attentivenessdell’artista della luce Gerry Hofstetter. Si tratta di spettacolari installazioni luminose  che hanno animato e animeranno le principali città europee e i più significativi monumenti. Partito da Londra, dall’Osservatorio di Greenwich, il progetto ha già toccato Amburgo e Vienna. Sarà poi la volta di Parigi e Barcellona per arrivare, a metà marzo, a Milano.

di Marta Parcesepe

    Print       Email

You might also like...

Chi mangia cioccolato è meno depresso!

Read More →