Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Afghanistan. La NATO chiude il Comando ISAF a Kabul

By   /   9 Dicembre 2014  /   Commenti disabilitati su Afghanistan. La NATO chiude il Comando ISAF a Kabul

NATO in AfghanistanIeri si tenuta a Kabul la cerimonia di chiusura del Quartier Generale della missione International Security Assistance Force (ISAF) che dal 20 dicembre 2001 ha operato in Afghanistan per combattere il terrorismo internazionale dei Talebani e di al-Queda.

Alla missione hanno preso parte circa 130 mila uomini e donne dei diversi Paesi che hanno aderito alla coalizione, ed è costata la vita a 3.482 soldati di cui 2.354 americani e 48 soldati italiani.

Nel suo discorso, il Comandante Generale John Campbell ha detto “Questa è una storica trasformazione che riflette i progressi che la nostra coalizione ha fatto con i nostri partner Afghani. Con il miglioramento della capacità delle Forze di Sicurezza Nazionale Afghane la nostra la nostra azione è passata dalle operazioni di combattimento a quelle della costruzione del sistema e dei processi che assicurino alla nazione afghana la sostenibilità per lungo tempo”. Rivolto alle truppe NATO, il Generale ha poi aggiunto ”Avete fatto molto bene il vostro lavoro”.

La cerimonia ufficiale che chiuderà l’intera campagna in Afghanistan si terrà entro il 31 dicembre, ma ancora non è stata fissata la data precisa. Dal 1° gennaio 2015 la NATO inizierà una nuova missione, denominata “Resolute Support”, costituita da circa 12 mila soldati forniti principalmente da Stati Uniti, Germania e Italia.

L’accordo è stato firmato lo scorso 2 dicembre dal Segretario Generale della NATO, Jens Stoltenberg, e dal Presidente Afgano Ghani accompagnato dal Chief Executive, Abdullah Abdullah. Questo è un momento importante per noi e per l’Afghanistan. Resolute Support sarà una missione non-combat. Circa 12,000 soldati della NATO Allies resteranno per addestrare, consigliare e assistere la Forze di Sicurezza Nazionale Afghane”, ha dichiarato il Segretario Generale Stoltenberg. Alla cerimonia erano presenti anche il rappresentante per l’Afghanistan delle Nazioni Unite, Nicholas Haysom, e l’Alto rappresentante dell’Unione Europea per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza, Federica Mogherini.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

I Pasdaran abbattono un drone americano

Read More →