Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Le Nazioni Unite approvano bozza di risoluzione contro Corea del Nord per crimini contro l’umanità

By   /   20 Novembre 2014  /   Commenti disabilitati su Le Nazioni Unite approvano bozza di risoluzione contro Corea del Nord per crimini contro l’umanità

Kin Jong-ilIl Comitato dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha votato la bozza di risoluzione per deferire la Corea del Nord al Tribunale Penale Internazionale (ICC – International Criminal Court) per crimini contro l’umanità e per applicare “sanzioni mirate” contro le crescenti violazioni dei diritti umani.

La risoluzione, votata con 111 voti favorevoli, 19 contrari e 55 astensioni, sarà esaminata dall’Assemblea Generale il prossimo dicembre.

Tuttavia, quella odierna  è in realtà una pura e semplice raccomandazione in quanto l’Assemblea non ha il potere di deferire il regime o il suo leader Kim Jong-Un. Tale potere, infatti, spetta al Consiglio di Sicurezza, composta dai 15 membri, di cui 5 permanenti, tra cui Cina e Russia.

Queste ultime sono, insieme a Cuba, tra quelle che hanno votato contro in quanto ritengono che la misura sia stata politicamente manipolata e costituirebbe un pericoloso precedente. Lo scorso maggio, Russia e Cina, sono stati gli unici due paesi che hanno posto il veto sulla risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU per dare mandato alla Corte Penale Internazionale di indagare sui crimini di guerra in Siria. 

I leader Nordcoreani sono accusati di omicidi, torture, schiavitù, violenze sessuali e fame di massa per sostenere il regime e esercitare il pieno controllo sui cittadini. Nel mese di febbraio, la Commissione d’inchiesta sui diritti umani in Corea del Nord ha pubblicato un rapporto di 400 pagine che documenta la tortura diffusa e gli abusi, e ha chiesto l’invio dei risultati alla ICC per l’eventuale azione penale.

L’indagine durata un anno ha riguardato più di 320 testimoni nelle udienze pubbliche e interviste private. Ha elencato una serie di abusi tra cui di una  madre costretta a soffocare il suo neonato, di cadaveri mangiati da cani.

La Corea del Nord ha ripetutamente negato l’esistenza di campi politici e la violazioni dei diritti politici e umani nel paese ed ha accusato gli Stati Uniti e i loro alleati di cercare di screditare e rovesciare la leadership in Corea del Nord.

La Corea del Nord la scorsa settimana ha rilasciato gli ultimi americani – Kenneth Bae e Matthew Todd Miller – detenuti nel paese, ma il gesto non ha modificato la posizione degli Stati Uniti sul fronte dei diritti umani nel paese.

di Vito Di Ventura

 

    Print       Email

You might also like...

Abbattere i simboli delle ingiustizie razziali

Read More →