Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Portogallo. Coinvolto in uno scandalo si dimette il Ministro dell’Interno

By   /   17 Novembre 2014  /   Commenti disabilitati su Portogallo. Coinvolto in uno scandalo si dimette il Ministro dell’Interno

MacedoIl Ministro dell’Interno, Miguel Macedo,  si è dimesso in seguito al suo presunto coinvolgimento nello scandalo per ottenere il visto di residenza. Lo ha fatto soprattutto per evitare che lo scandalo si ripercuota sull’intero governo.

Si tratta dell’Operazione Labirinto in cui, secondo i magistrati inquirenti, alcuni dirigenti, in cambio di favori, concedevano il visto di residenza, i cosiddetti “visti d’oro”, ai cittadini stranieri, in particolare cinesi, che intendevano investire nel Portogallo, soprattutto per riciclare denaro sporco.

Nel giro di 2 anni questo sistema ha portato nelle casse portoghesi oltre 1 miliardo di Euro di investimenti.

Miguel Macedo si è sempre dichiarato innocente, di non avere svolto alcun ruolo nell’assegnazione dei “visti d’oro” e di non essere oggetto di alcuna indagine. “Non sono responsabile per tutto ciò che è oggetto di queste indagini, ma non posso ignorare che le cose possano essere lette politicamente in modo diverso”, ha detto, annunciando le sue dimissioni ,in una breve dichiarazione alla televisione.

Nell’Operazione Labirinto sono state finora arrestate 11 persone, tra cui il direttore dell’Immigrazione, il presidente dell’Istituto di registri e Notai e il segretario generale del Ministero della Giustizia.

Miguel Macedo è un amico del presidente della IRN (Indipendet Radio News), António Figueiredo, ora in carcere, che in passato è stato socio di sua figlia, Ana Luisa Figueiredo, consulente per aziende e comuni. Ana Luisa Figueiredo gestisce una società partner della Golden View Europa, al centro delle indagini dell’operazione Labirinto.

Sabato scorso, nel suo commento al SIC (Società Indipendente di Comunicazione), l’ex leader del PSD Marques Mendes aveva lasciato aperta la possibilità di dimissioni di Macedo. “Non è oggetto di alcuna indagine, non è colpevole di nulla, ha fatto una dichiarazione al Procuratore generale per dire che l’inchiesta non è diretta a tutti i membri del governo”, ha detto Marques Mendes, aggiungendo: “Conosco bene Miguel Macedo, sono suo amico. E’ una persona che non si aggrappa al potere e se, a un certo punto, scoprirà che l’autorità per l’esercizio delle sue funzioni viene limitata, non ho dubbi che lascerà”.

di Vito Di Ventura

 

    Print       Email

You might also like...

Task Force USA in rotta verso il Venezuela contro il narcotraffico

Read More →