Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Reportage Lucca Comics & Games 2014

By   /   4 Novembre 2014  /   Commenti disabilitati su Reportage Lucca Comics & Games 2014

LC&G 2014 Manifesto ufficialeLucca. Si è appena conclusa l’annuale edizione del Lucca Comics & Games, un’edizione che si preannunciava “rivoluzionaria”per i tanti cambiamenti annunciati.

Una delle maggiori problematiche legate a Lucca è la straordinaria numerosità di persone che affollano la città. Quest’anno per cercare di “alleggerire” e agevolare la circolazione pedonale si è deciso di distanziare dal centro alcuni padiglioni.

L’esempio migliore è quello del Japan Town (Ex Japan Palace) non più posizionato nell’Ex Real Collegio ma in una zona più spaziosa. Purtroppo l’accesso alla nuova area Japan formava una strettoia con conseguente fila per gli spettatori che hanno dovuto attendere per accedere ai padiglioni. Sicuramente l’anno prossimo anche questo disagio verrà eliminato.

Le altre novità di questa manifestazione sono stati i padiglioni dedicati alla Sergio Bonelli Editore ed alla Panini Comics.

Alla Sergio Bonelli i protagonisti erano 3: Dylan Dog (copertina di Gipi), Ringo (Copertina di Dell’Otto) ed Adam Wilde (copertina di Breccia). Queste tre serie sono state celebrate con delle Variant Cover (una novità assoluta per la Bonelli) e con un albo specialissimo dedicato ad un nuovo personaggio dell’universo di Dylan Dog. Il padiglione è stato assediato dai lettori e dai collezionisti che hanno fatto la fila per farsi dedicare le tre Variant cover e l’albo speciale dai tanti autori presenti.

Mouse1PetersenAl padiglione Panini erano presenti  grandi autori come Mike Deodato Jr., David Petersen, Masasumi Kakizaki, Leo Ortolani, Giacomo Bevilacqua e tantissimi  altri. Tantissime le novità, come il ritorno di Pk in tutte le edicole  o la vendita delle famigerate figurine dei calciatori in fumetteria.

Ovviamente Lucca Comics & Games non si è limitata a queste “innovazioni” logistiche.

Tra i protagonisti della fiera c’è stata sicuramente la Self AreaArtist Alley dove i disegnatori e le produzioni indipendenti si sono messi in mostra. Tra le autoproduzioni sono stato piacevolmente colpito da Lumina, i prodotti di Mammaiuto e quelli della MDV.

I padiglioni editori traboccavano di novità, limited edition, e di autori pronti a dedicare i propri volumi con autografi e sketch. Tantissime le novità da segnalare, tra le più attese il volume Hellboy in Hell (esaurito in fiera) per la Magic Press, il cofanetto limitato numerato speciale di The Walking Dead con le variant cover, la Kleiner Flug ospitava vari volumi dedicati all’arte ed alla letteratura a fumetti come “La notte che arrivò l’inverno” di Checco Frongia e  con un ospite speciale del calibro di Riff Rebs (Il Lupo dei Mari). Presentato anche Tower Chronicles (Wagner, Bisley)  in edizione anniversario della Italycomics dove era disponibile anche il fantastico Annihilator di Grant Morrison.  Uno degli ospiti d’onore della fiera è stato Robert Crumb. Crumb è uno dei maestri del fumetto underground e si è caratterizzato per non aver partecipato a nessuna sessione di firme e dediche, le uniche fatte sono state quelle per il volume speciale in vendita allo stand Comicon. Quest’anno c’è stata anche un’altra novità eccezionale la “Walk of Fame” una strada delle stelle del fumetto dove le impronte delle loro mani resteranno impressa per sempre. I primi “prescelti” sono stati: Ciruleo, Gipi, Katsura, Ortolani, Silver, Sclavi, Crumb e Sheldon.

Anche per gli amanti del cinema c’è stato un programma pieno di impegni con tantissime anteprime, da Gabriele Salvadores con il suo “Ragazzo invisibile” a “I cavalieri dello Zodiaco” passando per i tanti anime presentati in esclusiva.

CrumbVaria e sempre piena di novità l’area Games. Sicuramente questa parte di Lucca Comics & Games andrebbe rinnovata per permettere alle persone di poterle vivere meglio, anche perché è una mancanza quando un padiglione risulta quasi irraggiungibile e poco fruibile per la mole di persone presenti.

 

Ovviamente  sono stati assegnati anche quest’anno I Gran Guinigi 2014.

Ecco l’elenco di tutti i vincitori:

Graphic Novel 

Ex a equo La gigantesca barba malvagia (BAO Publishing) – Jaybird (Periodici San Paolo)

Fumetto Breve 

Uno scontro accidentale sulla strada per andare a scuola può portare a un bacio? (Hikari Edizioni)

Miglior Serie 

Hilda e il Gigante di Mezzanotte (BAO Publishing)

Miglior Disegnator 

Gigi Cavenago

Miglior Sceneggiatore 

Mariko Tamaki per “E la chiamano Estate” (BAO Publishing)

Autore Unico 

Tuono Pettinato

Pages: 1 2

    Print       Email

You might also like...

Murder Falcon

Read More →