Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Libri  >  Current Article

Dannati

By   /   25 Ottobre 2014  /   Commenti disabilitati su Dannati

dannati-glenn-cooper-coverCome immaginate l’inferno? Come quello di Dante? Simile all’Ade? Io, se devo essere sincera, sono stata influenzata moltissimo dalla visione dantesca che, anche se ormai può sembrare anacronistica, conserva sempre il suo fascino. Tuttavia spesso mi trovo a riflettere su alcune realtà che ci circondano, che sono estremamente inquietanti e sembrano frammenti di inferno in terra.

Basta informarsi e leggere fatti di cronaca sia italiana sia estera per comprendere fino a che punto si può spingere la crudeltà umana. Ha ancora senso un inferno dove punire i golosi quando dei bambini sono torturati, drogati, trasformati in soldati e gli esseri umani vengono considerati merce?

Glenn Cooper, con il suo libro Dannati, inizia un ciclo di romanzi, non si ancora se saranno tre o quattro, in cui i protagonisti si troveranno catapultati, per una serie di strane circostanze all’inferno.

Non aspettatevi un inferno in stile dantesco! Glenn Cooper crea un inferno radicalmente diverso dalla tradizione e con regole nuove e particolarmente inquietanti. Per diventare Dannati si devono compiere atti estremamente gravi. I peccati veniali sono banditi. Anche se l’aurore descrive l’inferno come un duplicato, dal punto di vista geografico,  della terra è rappresentato soprattutto come un luogo arretrato con un aspetto squallido. La scelta di Cooper è perfetta ma sta al lettore scoprire le ragioni di tale decisione.

Naturalmente non si può svelare molto dell’opera di Cooper. Una scienziata scozzese, Emily Loughty, che lavora a Londra studiando e compiendo degli esperimenti con il MAAC,  prende parte ad un esperimento  collegato a quelli svolti dal CERN di Ginevra. Il direttore dell’Istituto, il Dott. Quint, senza avvertirla preventivamente decide di spingere i macchinari oltre i limiti prestabiliti. Emily Loughty scompare e al suo posto si materializza un uomo puzzolente e pericolosissimo Brandon Woodbourne, che riesce a sfuggire alla sicurezza dell’Istituto. Dove è finita la dottoressa? Semplice all’inferno! Da qui inizia una corsa contro il tempo per salvarla e ristabilire l’equilibrio tra la terra e l’inferno. Ma le cose sono molto più difficili del previsto… John Camp, fidanzato  di Emily, si offrirà come volontario per salvarla. Così inizierà la sua “discesa agli inferi”dove incontrerà anche, un personaggio storico estremamente famoso che lascerà il lettore allibito.

L’inferno di Cooper è popolato da personaggi storici conosciutissimi e da persone comuni. Tutti sono condannati a vivere in eterno. Gli istinti più bassi degli esseri umani hanno libero sfogo. Quindi si tratta di un luogo inquietante e pericolosissimo. Ci sono uomini e donne di potere e uomini e donne sfruttati. Crudeltà, sopraffazione, odio, sete di potere, congiure e guerre sono la normalità. Il quadro d’insieme è sconvolgente.

Glenn Cooper trasforma il suo stile rendendolo più adatto a questo nuovo progetto. I lettori troveranno differenze nel ritmo narrativo e nello stile, Naturalmente è una scelta ben ponderata dell’autore che, in questo modo, riesce a valorizzare il suo nuovo progetto.

Per chi non conosce Glenn Cooper Dannati sarà un’ottima scelta che vi porterà a leggere tutti gli altri romanzi dell’autore. Mentre per i lettori affezionati sarà una piacevolissima conferma.

Glenn Cooper ha iniziato ottimamente un lavoro estremamente ambizioso ed articolato. Da non perdere!

Adatto ad un pubblico adulto.

 

 

Glenn Cooper, Dannati, Il male non muore mai…, 2014. Pagine 496, Casa Editrice Nord. Euro 19,90

 

 

Di Laura Ester Ruffino

 

 

 

    Print       Email

You might also like...

I giardini di Bagh-e Babur

Read More →