Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Stati Uniti. Gli americani chiedono più religione in politica

By   /   23 Settembre 2014  /   Commenti disabilitati su Stati Uniti. Gli americani chiedono più religione in politica

religioneUn sondaggio della Pew Research Center, in vista delle elezioni di medio termine del prossimo 4 novembre, ha messo in evidenza che è in aumento la voglia di religione in politica.

Il sondaggio è stato effettuato lo scorso settembre e condotto telefonicamente su un campione di 2.002 persone ed ha un margine d’errore del 2,5%.

Circa il 72% degli americani ritiene che la religione stia perdendo influenza nella vita politica e sociale. Il 5% in più dell’ultimo sondaggio effettuato nel 2010.

Per circa la metà degli americani, il 49%, la chiesa e gli altri luoghi di culto dovrebbero esprimere le loro opinioni su argomenti politici. Circa 6 punti percentuali in più rispetto alle elezioni di medio termine del 2010.

Nonostante sia aumentata l’accettazione dei diritti delle coppie gay, la percentuale dei favorevoli al matrimonio tra persone dello stesso sesso, con il 49% a favore e il 41% contrari, scende 5 punti percentuali di rispetto al sondaggio condotto a febbraio di quest’anno. Quasi il 50% degli americani oggi considera il matrimonio tra gay un peccato, mentre lo scorso anno era il 45%.

Repubblicani e Democratici sono divisi su diverse questioni religiose. 59% dei Repubblicani ritiene che la chiesa debba esprimere il proprio parere sulle questioni politiche, mentre solo il 42% dei Democratici è favorevole.

Le principali questione di scontento tra i Repubblicani sono: l’aborto, l’immigrazione illegale, le spese governative e il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Per la chiesa Cristiana Evangelista il Partito Repubblicano dovrebbe essere più conservatore nell’affrontare questi argomenti.

La maggioranza dei Democratici, invece, approva le scelte politiche. In particolare, il 62% è favorevole ai matrimoni gay, il 61% all’aborto, mentre il 49% approva la politica delle spese e il 47% come viene affrontata la questione dell’immigrazione.

Entrambi gli elettori dei due partiti comunque ritengono che la chiesa non debba sostenere la campagna elettorale dei politici, anche se la percentuale dal 70% del 2010 oggi  è scesa al 63%.

L’argomento del rapporto religione – politica cade in un momento particolarmente delicato e importante. L’ascesa e i proclami dello Stato Islamico, l’ultimo di ieri è l’incitamento a uccidere tutti gli infedeli (ndr, non musulmani) ovunque si trovino, ripropone, specialmente in Occidente, la tematica.

di Vito Di Ventura

fonte del sondaggio: http://www.pewforum.org/2014/09/22/public-sees-religions-influence-waning-2/

 

    Print       Email

You might also like...

USA ed Europa sempre più distanti

Read More →