Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Current Article

In cammino per la fede, quando il turismo si fa sacro

By   /   29 Luglio 2014  /   Commenti disabilitati su In cammino per la fede, quando il turismo si fa sacro

pellegrinaggi e turismo religiosoPer definizione il Pellegrinaggio è “un viaggio compiuto verso un luogo considerato sacro, fatto per devozione, ricerca spirituale o penitenza”. Una scelta ben ponderata che allontana l’individuo dalla quotidianità per connetterlo alla sacralità.

Questa la situazione fino ai giorni nostri, quando nasce l’idea di un turismo religioso, proiettato verso luoghi sacri, per la fede e la preghiera, in primis, ma anche occasione per scoprire posti nuovi e confrontarsi con gli altri lungo il cammino. Non ci stupisce il fatto che questi itinerari siano ormai numerosissimi, lunghi anche centinaia di chilometri.

Tra i più famosi c’è l’antico “Cammino di Santiago”, in Spagna. Da Sarria a Santiago de Compostela, oggi tendenzialmente si percorrono gli ultimi 100 chilometri del cammino, passando per Portomarin, Palas de Rei, Ribadiso e Amenal. All’arrivo si mostra lo spettacolo della maestosa Cattedrale, con il suo Botafumeiro, l’incensiere più grande al mondo.

Non troppo distante, in Portogallo, spicca un’altra importante meta religiosa sulle orme dei famosi tre pastorelli. Siamo a Fatima, dove le giornate sono scandite dalle celebrazioni religiose e dalle visite al Santuario e alla Cappella delle Apparizioni. Un luogo in cui si giunge di solito partendo da Lisbona, dopo aver ammirato la Torre di Belem e la Chiesa del Monastero di Jeronimus.

Forse un po’ meno conosciuti ma altrettanto emozionanti sono i viaggi religiosi in Turchia. Sulle tracce delle prime comunità cristiane si conosce Istanbul con la visita alla Basilica di Santa Sofia, la chiesa bizantina di San Salvatore in Chora, il palazzo Topkapi e la Moschea Blu. Il percorso continua tra le città di Bandirma, Smirne ed Efeso. Qui sono moltissimi i luoghi sacri, dalla salita sulla collina degli Usignoli dove si venera la “Casa della Madonna”, alla Biblioteca di Celso, fino al Tempio di Adriano, solo per citarne alcuni. Si prosegue verso la città del martirio di San Filippo, Pamukkale, poi Konya e la Cappadocia, fino a Kayseri.

Sempre in Turchia è possibile seguire la storia di San Paolo, missionario del vangelo di Gesù tra i pagani greci e romani. Paolo – Saulo – di Tarso, che si convertì al cristianesimo a seguito di un’apparizione lungo il tragitto da Gerusalemme a Damasco, dove avrebbe dovuto organizzare la repressione delle comunità cristiane.

In tutto il mondo sono moltissime le destinazioni raggiunte in nome della fede, più o meno distanti e con itinerari più o meno lunghi. Testimonianza di quanto sia ancora forte il valore e il senso della fede per migliaia di persone, indipendentemente dal credo religioso.

Per informazioni: http://viaggireligiosi.evolutiontravel.it

 di Marta Parcesepe

    Print       Email

You might also like...

L’emozione di Bovino, dove si fondono fascino e poesia

Read More →