Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Attualità  >  Current Article

Nuove teorie sulla formazione del cratere siberiano

By   /   23 Luglio 2014  /   Commenti disabilitati su Nuove teorie sulla formazione del cratere siberiano

Cratere SiberianoIl misterioso cratere che si è aperto in Siberia, nella penisola dello Yamal, più passa il tempo e più perde quell’alone di mistero che inizialmente aveva attirato le attenzioni dei cospiratori di tutti i tipi.

Dalle ultime analisi scientifiche fatte sembra che la voragine non abbia le dimensioni inizialmente trasmesse dai media, infatti non supera gli 80 metri, in realtà è di circa 30. In oltre delle riprese effettuate dall’alto hanno rivelato che al suo interno, ad una profondità di circa 70 metri, ci sarebbe un lago ghiacciato, che si alimenta con la caduta delle piogge e con lo scioglimento dei ghiacci siberiani. Gli scienziati hanno raccolto campioni di suolo, aria e acqua dal cratere per cercare di capire cosa abbia innescato la comparsa di questa voragine.

La teoria al momento più accreditata è quella dovuta ad una fuoriuscita di gas da sottosuolo, che col passare del tempo avrebbe sgretolato il terreno soprastante. Sono al vaglio degli scienziati anche le immagini satellitari della zone degli ultimi due anni, periodo durante il quale il cratere si sarebbe formato ed ingrandito.

Di seguito un video che scredita ancora di più la possibilità che il cratere si sia formato a causa di un impatto di un meteorite.

    Print       Email

You might also like...

Dipendenza da smartphone: giovani a rischio

Read More →