Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Israele. L’ONU chiede il cessate il fuoco

By   /   12 Luglio 2014  /   Commenti disabilitati su Israele. L’ONU chiede il cessate il fuoco

lancio missili HamasIl Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite riunitosi quest’oggi ha chiesto all’unanimità ad entrambi i contendenti, Israele e Palestinesi della Striscia di Gaza, di cessare il fuoco.

Dall’inizio di questa nuova ondata di violenza, cinque giorni fa, sono morti almeno 133 palestinesi e feriti oltre 500, mentre sarebbero più di 170 i missili che Hamas ha lanciato contro Israele, 45 dei quali hanno avuto come obiettivo città come Gerusalemme, Tel Aviv e Hadera, città a 116 chilometri a nord. Il sistema controaerei Iron Dome (Cupola d’acciaio) è stato finora in grado di abbatterne circa 57 (pari al 33%).

Anche se in Israele la pioggia di missili non ha ancora prodotto vittime, vale la pena ricordare che l’intera popolazione è tenuta sotto scacco poiché le sirene che annunciano l’imminente attacco missilistico, continuano a suonare in continuazione.

Certo da una parte c’è l’incertezza dei danni provocati dal lancio di missili e dall’altra c’è la certezza delle vittime e delle distruzioni. Ma questo gioco Hamas lo ha cominciato per prima e lo fa da sempre.

Le Nazioni Unite, con il comunicato firmato da tutti i membri del Consiglio, hanno finalmente preso una posizione sulla questione prima che la stessa sfugga di mano a tutte le partii causa e si inizi una nuova guerra vera e propria.

Adesso, a mio parere, la palla è stata passata sopratutto al governo palestinese di unità nazionale, di recente formazione e presieduto da Mahmoud Abbas. Adesso è il momento per far capire al mondo chi sia il “vero” interlocutore e che il suddetto governo è in grado di fermare le frange estremistiche che vivono al suo interno.

di Vito Di Ventura

 

    Print       Email

You might also like...

Minnesota: Arriva la Guardia Nazionale

Read More →