Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Tecnologia  >  Current Article

In Italia i droni al servizio dell’agricoltura

By   /   11 Luglio 2014  /   Commenti disabilitati su In Italia i droni al servizio dell’agricoltura

Tomato Air ForceL’avanzare della tecnologia permette a tutte le attività economiche di ottimizzare gli sprechi e aumentare la produzione senza incidere notevolmente sui costi. L’ultimo esempio di utilizzo delle nuove tecnologie per aumentare l’efficienza di una ditta arriva dall’Italia. Infatti nel mantovano e nel cremonese le aziende agricole hanno deciso di assoldare un esercito di droni per contrastare i parassiti e gli sprechi.

A Mantova i droni difenderanno i campi di mais dalla piralide, un parassita che attacca le pannocchie. Se già da anni si era presa la decisione di abbandonare i pesticidi, favorendo invece le “armi” naturali, come i predatori dei parassiti, la difficoltà stava nella distribuzione uniforme sul campo. Il più usato è il trichogramma brassicae, che però fino ad oggi era distribuito a mano per evitare danni alle coltivazioni. L’idea nasce dal fatto che i droni possono sorvolare i campi senza rovinare le piante e distribuendo così i predatori che mangeranno i parassiti. Attualmente il costo del progetto si aggira intorno ai 40 mila euro, ma i costi delle apparecchiature sono destinati a scendere nel breve periodo. Questo intervento farà risparmiare il danneggiamento del 15% della produzione di ogni ettaro.

Nel cremonese invece, i droni, difenderanno le preziose piantagioni di pomodoro. La pattuglia che sorvolerà le province di Cremona, Parma e Piacenza è già stata rinominata la Tomato Air Force. Il compito di questa speciale truppa sarà quello di sorvolare i campi e inviare informazioni sulla crescita delle piante. Le informazioni vengono inviate in tempo reale ad una torre di controllo che dalle immagini comanderà l’approvvigionamento idrico e nutrizionale dei campi. Questo processo eviterà sprechi di acqua e concime, in modo da avere un prodotto omogeneo ed abbassare notevolmente la percentuale del prodotto di scarto.

Queste due realtà stanno velocemente contagiando anche altre colture specializzate come  i vigneti e i frutteti, che possono godere del controllo e dell’efficienza fornita dai droni. La speranza è che non solo l’agricoltura possa beneficiare di questo tipo di tecnologia, infatti anche alcuni allevatori della zona hanno iniziato a monitorare il loro bestiame grazie all’ausilio di avanzati mezzi tecnologici.

    Print       Email

You might also like...

Il fascino della roulette: storia ed applicazioni moderne

Read More →