Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

All you need is kill n°1

By   /   27 Giugno 2014  /   Commenti disabilitati su All you need is kill n°1

kill1Nei cinema di tutta l’Italia è uscito il nuovo film con Tom CruiseEdge of tomorrow”,  pochi sono a conoscenza che il film è stato ispirato da un romanzo di fantascienza e che da questo romanzo sia stato tratto un manga, ovvero “All you need is kill”.

La storia originale alla base di questo fumetto (ed ovviamente del film Edge of tomorrow) è opera di Hiroshi Sakurazaka che, con la sua opera “Yoku wakaru gendai maho”, ottiene numerosi premi e consensi da parte del pubblico e della critica. L’idea alla base di questo romanzo è che, come in un videogame, il protagonista possa rivivere ogni giorno, dopo essere caduto, la battaglia dal principio. Visto il successo ottenuto con il romanzo si è deciso di realizzare un manga basato sul lavoro di Sakurazaka, ovvero “All you need is kill”.

Questo manga, opera di Ryosuke Takeuchi e Takeshi Obata si caratterizza da subito per l’intensità della narrazione, si viene immediatamente catapultati al centro dell’azione, un po come se ci si trovasse in un videogames d’azione alla Gears of Wars.

Il protagonista, Keiji Kiriya, è un soldato della UDF (United Defence Force) armata planetaria incaricata di respingere l’invasione aliena dei Mimic.

kill2Keiji sarà turbato da un incubo premonitore, nella battaglia del giorno Keiji morirà dilaniato da un Mimic senza avere la possibilità di reagire all’attacco, l’unica figura gentile in questo incubo sarà quello di una soldatessa che lo veglierà mentre muore.

Sconvolto da questo sogno, alla vigilia di una battaglia, Keiji passerà la giornata ad allenarsi con i propri compagni, turbato e spaventato dal fatto che gli sembra di aver già vissuto quella giornata.

Arrivato il momento di combattere Keiji morirà come nel suo incubo; poco dopo si sveglierà sulla sua brandina, l’indomani dovrà scendere sul campo di battaglia.

Dopo un iniziale smarrimento, e varie morti sul campo di battaglia, Keiji inizierà a sfruttare questo “loop” per cercare di non morire nella battaglia contro i Mimic.

Capire come combattere i Mimic non sarà facile e Keiji dovrà morire varie volte prima di iniziare ad essere un valido guerriero e non cadere dopo pochi minuti dall’inizio del conflitto.

L’unico guerriero che sembra imbattibile in questa guerra è una ragazza delle forze speciali americane, Rita Vrataski.

Rita, ritenuta una guerriera leggendaria, viene vista dagli altri soldati come una figura mitica, una sorta di valchiria armata di ascia che riesce ad abbattere i Mimic con un solo colpo.

Keiji, morte dopo morte, scoprirà di non essere l’unico combattente imprigionato in questo “loop” di morte.

kill3All you need is kill” è una lettura appassionante, dal ritmo incalzante e con delle soluzioni narrative interessanti ed originali, dal punto di vista grafico ci troviamo davanti ad un fumetto graficamente impressionante  per la qualità dei disegni ad opera di Obata,  conosciuto a molti per aver disegnato il celebre Death Note!

Devo dire di aver trovato questo manga divertente e molto appassionante, disegnato in maniera fantastica  e con un ritmo narrativo incalzante che porta il lettore a rimanere incollato al fumetto dalla prima all’ultima pagina.

La serie si concluderà con il prossimo volume, quindi è una miniserie di due numeri.

Il formato scelto dalla Planet Manga è quello classico dei manga “economici” da euro 4,20,  probabilmente se si fosse scelto un formato “deluxe” ne avrebbero giovato i disegni di Obata che risultano sacrificati da questo formato, le pagine doppie in particolare sono penalizzate della rilegatura rigida.

Concludendo un ottimo manga, appassionante, intenso, disegnato in maniera impeccabile e  originale.

Il Manga dell’estate! Da leggere!

 

 

All you need is kill n°1. Brossurato, BN, 200 Pag. euro 4,20 Planet Manga

 

 

 

di Ruffino Renato Umberto

 

    Print       Email

You might also like...

Una novità tra gli scaffali: I Tipitondi più

Read More →