Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Area mediterranea  >  Current Article

Tunisia. Il digitale come arte

By   /   19 Giugno 2014  /   Commenti disabilitati su Tunisia. Il digitale come arte

Festival arte digitaleNumerosi sono i software che danno la possibilità al dilettante o all’artista di creare opere che abbiano una valenza artistica. Chi non si è mai cimentato in una locandina, un flyer, un invito utilizzando immagini ritoccate personalmente? Tutti noi siamo un po artisti in questo ingenuo tentativo.

Però c’è chi in questo campo fa sul serio e sono i cosiddetti “artisti digitali“, professionisti della creatività che utilizzano gli stessi software per creare immagini, situazioni, filmati che applicati nei vari supporti diventano vere e proprie opere d’arte. La grafica ormai è fondamentale in ogni campo: nel cinema, in tv, sui tablet, negli smartphone…Una miriade di artisti si cimenta nella produzione di  programmi, app, icone che diventeranno poi compagni quotidiani del nostro comunicare.

E’ una vera e propria industria e di  fronte alla crisi attuale, questa industria, chiamiamola della creatività, dovrebbe essere vista come una leva fondamentale per lo sviluppo economico e questo è ciò che Cre-Tec, l’Associazione Tunisina delle Tecnologie Creative, vuole sottolineare con il Festival dell’Arte Digitale che si aprirà il 20 giugno 2014 a Nabeul, nei pressi della più rinomata Hammamet. Per tre giorni, il pubblico avrà l’opportunità di scoprire le attività e i punti di forza di questa industria, spesso trascurata. Ma anche l’esistenza di un tessuto di industrie che producono opere digitali già da molto tempo e che hanno raggiunto un certo successo. Il FAN (Festival des Arts Numeriques) è anche una piattaforma per lo scambio e la condivisione di esperienze, progetti, idee fra attori e specialisti tecnologici internazionali che si riunisce ogni anno per presentare creazioni digitali con l’intento di promuovere l’innovazione attraverso scambi reciproci e sinergie tra istruzione, ricerca e industria soprattutto in Tunisia. Il festival si propone di far conoscere la cultura digitale al pubblico, nuove forme di espressione e di creazione contemporanea attraverso una serie di workshop, conferenze, concorsi e “masterclass”. L’edizione di quest’anno del festival sarà caratterizzata dalla partecipazione, per la prima volta in Nord Africa, di due “leader” del mondo creativo, Adobe e le tecnologie Autodesk, i produttori di software di progettazione e realizzazione di digitale 3D e 2D e la Shiva Tecnologia, produttore della tecnologia ShiVa3D per la produzione di contenuti 3D e gioco di video in tempo reale. Gli organizzatori, inoltre, hanno anche invitato a partecipare quei  tunisini che lavorano all’estero, ricercatori e professionisti del settore, al fine di garantire un trasferimento e la condivisione delle conoscenze con il loro paese d’origine. Produzione di animazione Studios 3D, videogiochi e pubblicità digitale tunisini e stranieri, sveleranno i loro segreti in un festival che si annuncia ricco di partecipazione di pubblico.

di Giuseppe Favilla

    Print       Email

You might also like...

Tunisia. Presentato il Festival di El Jem

Read More →