Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Sud Corea. Inizia oggi il processo per l’affondamento della Sewo

By   /   10 Giugno 2014  /   Commenti disabilitati su Sud Corea. Inizia oggi il processo per l’affondamento della Sewo

disastro nave sudcoreanaInizia oggi il processo al capitano Lee Joon-Seok e a 14 membri dell’equipaggio della nave da crociera, la Sewol, che lo scorso 16 aprile, con a bordo 429 passeggeri affondò nel giro di un paio d’ore al largo dell‘isola di Jindo, causando la morte di 292 persone, mentre ancora oggi si cercano i corpi di 12 dispersi.

Dei 429 passeggeri, 325 passeggeri erano studenti e insegnati della Danwon High School di Ansan, una città poco a sud di Seoul, in gita scolastica.

Il capitano e 3 membri dell’equipaggio sono accusati di “omicidio per volontaria negligenza”, un’accusa che sta tra l’omicidio di primo grado e l’omicidio colposo, che prevede la condanna alla pena di morte, che però non verrebbe eseguita in quanto in Corea vige dal 1997, anno dell’ultima esecuzione, una moratoria. Infatti, da allora ci sono circa 6o persone nel braccio della morte.

Gli altri 11 membri dell’equipaggio sono invece accusati di “negligenza criminale e violazione delle regole marittime”, una accusa meno grave, anche se gravissima.

L’accusa si basa soprattutto sul fatto che il Capitano e gli altri membri dell’equipaggio abbandonarono la nave mentre centinaia di studenti erano ancora intrappolati nella stessa.

La tragedia scosse l’intera nazione e sollevò un’ondata di proteste specialmente quando emerse che il disastro fu provocato da incompetenza e soprattuto mise in evidenza una rete di corruzione.

Non sarà facile per i 6 avvocati difensori difendere i loro assistiti in un’atmosfera ancora tesa, con i parenti che numerosi sono accorsi nella città di Gwangju e con un opinione pubblica ancora fortemente scossa e che preme per una condanna esemplare.

Il grande assente al processo sarà l’armatore della compagnia Chinghaejin Marine Co, Yoo Byung-Eun, scomparso e ancora ricercato dalla polizia. E’ accusato di bancarotta e di aver causato il disastro per violazione delle norme di sicurezza. Su di lui pende una taglia di 500 mila dollari, per quanti forniranno indicazioni utili alla sua cattura.  

di Vito Di Ventura

 

    Print       Email

You might also like...

L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE COME STRUMENTO DI DETERRENZA

Read More →