Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Area mediterranea  >  Current Article

Siria. La guerra irrompe a Cannes

By   /   6 Giugno 2014  /   Commenti disabilitati su Siria. La guerra irrompe a Cannes

WardehAnche se per pochi minuti, la guerra in Siria irrompe al Festival di Cannes con un film animato del regista Amjad Wardeh, esule ad Istanbul da quando, nel 2011, il suo paese è diventato teatro di una guerra civile che ha devastato non solo vite umane ma anche un patrimonio culturale ricchissimo di testimonianze.

Guerra alle tele famose” è un cortometraggio di due minuti che mette insieme sequenze di guerra filmate in diverse città siriane e famosi dipinti di artisti europei: Dalì, Van Gogh, Da Vinci, Gauguin, ecc.., belle immagini che vengono distrutte senza pietà davanti agli occhi dello spettatore. “Allo stesso modo sta avvenendo con il patrimonio culturale in Siria” dice il regista che aggiunge: “Voglio mandare un forte messaggio a coloro che, grazie alla rete, guardano le immagini della guerra nel mio paese e i suoi tragici effetti. In questo momento storico, dare voce ai siriani è un compito arduo ed anche gli artisti se ne devono fare carico; io mi sono voluto assumere questa responsabilità e mi impegno sebbene da lontano a sostenere la richiesta di democrazia del mio popolo.

Il video è stato premiato al concorso Made in Med, organizzato dal programma Euromed Audiovisual della Comunità Europea e la vittoria è valsa la partecipazione al festival nella sezione cortometraggi.

Per il regista, la partecipazione al festival di Cannes è stata anche l’occasione per incontrare altri colleghi, scrittori, distributori, compratori…E’ stata una grande esperienza che ha messo un po in confusione il regista siriano, molto emozionato soprattutto quando ha incontrato il suo collega Mohammed Osama che partecipava con il documentario “Acqua d’argento”, unico film arabo quest’anno proiettato al festival.

Per quanto riguarda i suoi progetti futuri, Amjad Wardeh dice di essere pieno di idee, “ma tutto sarà a sostegno della rivoluzione siriana e della libertà del mio paese.

di Giuseppe Favilla

    Print       Email

You might also like...

Tunisia. Presentato il Festival di El Jem

Read More →