Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Ciclismo  >  Current Article

Impresa di Fabio Aru a Montecampione: il futuro è suo

By   /   25 Maggio 2014  /   Commenti disabilitati su Impresa di Fabio Aru a Montecampione: il futuro è suo

aru“Fabio Aru, il futuro è tuo!”. La mente degli appassionati di ciclismo che erano oggi davanti alla tv o sulle cime della montagna in cui Marco Pantani vinse il Giro d’Italia 1998, avrà sicuramente urlato questo quando il corridore sardo dell’Astana ha tagliato il traguardo di Montecampione tutto solo.

Il giovane Aru quest’oggi ha superato l’esame di maturità, battendo tutti su una salita di quelle vere, di quelle in cui devi avere gambe e testa per andare fino in cima in solitaria.

La 15/esima tappa del Giro d’Italia, 225 chilometri con arrivo in salita ai 1.665 metri di Plan di Montecampione, “Montagna Pantani” di questa 97/esima edizione, ha messo in luce i veri valori nel gruppo e, ancora una volta, abbiamo capito che la corsa rosa è più aperta che mai.

“Sono contentissimo e faccio fatica ancora a crederci – ha dichiarato il vincitore in lacrime dopo il traguardo -, devo dire grazie alla squadra che mi è stata vicino tutti i giorni, ho dei miei compagni eccezionali. Sono davvero felice ma non mi monto la testa: ho ancora tanto da imparare e crescere, quindi per me da domani sarà tutto come prima. La dedica è per la mia squadra, la mia famiglia che mi è sempre stata vicina, la mia fidanzata Valentina, i tanti tifosi e la mia Sardegna che so che si è mobilitata tanto per incitarmi”.

La maglia rosa sul tratto finale della salita vero Montecampione ha faticato, ma Uran è corridore esperto ed ha capito nel momento giusto quando smettere di inseguire gli avversari e salire con il suo ritmo. “È stata una giornata lunga, la mia squadra si è dimostrata ancora una volta super forte – ha dichiarato Rigoberto Uran che ora in classifica generale ha 1’03” di vantaggio su Cadel Evans -. Oggi è andato tutto bene, “ciccio” Aru per me nel finale andava troppo forte così l’ho lasciato andare e sono andato al mio passo fino al traguardo. Sono contento, ora ci aspetta il giorno di riposo e poi saremo pronti per la prossima settimana, quella decisiva. Il ciclismo è il mio lavoro, non è tutto, ma dò il massimo perché voglio arrivare a Trieste in rosa. Vincere il Giro per me vorrebbe dire sugellare 9 anni di lavoro, anni di fatiche, di “gruppetto”, e festeggiare in un paese con il quale ho un forte legame.”

Già da martedì, con la tappa con Gavia e Stelvio, potremo capire se Uran sarà veramente il candidato numero uno a vincere questo Giro d’Italia.

ORDINE D’ARRIVO

1 ARU Fabio ITA AST 5:33:06 10″

2 DUARTE AREVALO Fabio Andres COL COL 0:21 6″

3 QUINTANA Nairo COL MOV 0:22 4″

4 ROLLAND Pierre FRA EUC 0:22

5 URAN URAN Rigoberto COL OPQ 0:42

6 MAJKA Rafal POL TCS 0:57

7 PELLIZOTTI Franco ITA AND 1:08

8 MORENO FERNANDEZ Daniel ESP KAT 1:08

9 HESJEDAL Ryder CAN GRS 1:13

10 EVANS Cadel AUS BMC 1:13

11 KELDERMAN WilcoNEDBEL5:34:191:13

12 POZZOVIVO DomenicoITAALM5:34:191:13

13 KISERLOVSKI RobertCROTFR5:34:191:13

14 DEIGNAN PhilipIRLSKY5:34:191:13

15 BASSO IvanITACAN5:35:232:17

16 MORABITO SteveSUIBMC5:35:232:17

17 POELS WouterNEDOPQ5:36:193:13

18 CARDOSO Andre FernandoPORGRS5:36:193:13

19 GENIEZ AlexandreFRAFDJ5:36:253:19

20 VUILLERMOZ AlexisFRAALM5:36:253:19

21 HERRADA Jose’ESPMOV5:36:363:30

22 SANCHEZ GONZALEZ SamuelESPBMC5:36:453:39

23 HANSEN AdamAUSLTB5:37:514:45

24 MONFORT MaximeBELLTB5:37:514:45

25 QUEMENEUR PerrigFRAEUC5:38:095:03

26 ANTON IgorESPMOV5:38:205:14

27 TIRALONGO PaoloITAAST5:38:225:16

28 SCARPONI MicheleITAAST5:38:255:19

29 LOSADA ALGUACIL AlbertoESPKAT5:38:255:19

30 RABOTTINI MatteoITANRI5:39:045:58

CLASSIFICA GENERALE

1 URAN URAN Rigoberto COL OPQ 63:26:39

2 EVANS Cadel AUS BMC 1:03

3 MAJKA Rafal POL TCS 1:50

4 ARU Fabio ITA AST 2:24

5 QUINTANA Nairo COL MOV 2:40

6 POZZOVIVO Domenico ITA ALM 2:42

7 KELDERMAN Wilco NED BEL 3:04

8 ROLLAND Pierre FRA EUC 4:47

9 KISERLOVSKI Robert CRO TFR 5:44

10 POELS Wouter NED OPQ 6:32

11 HESJEDAL RyderCANGRS63:33:23 6:44

12 BASSO IvanITACAN63:34:21 7:42

    Print       Email

You might also like...

GP Suzuka – Giappone: l’analisi della gara

Read More →