Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Cina. 2 auto bombe provocano 31 morti e oltre 100 feriti

By   /   22 Maggio 2014  /   Commenti disabilitati su Cina. 2 auto bombe provocano 31 morti e oltre 100 feriti

urumqi attaccoLa regione dello Xinjiang è ancora una volta protagonista di violenze. Ieri mattina 2 auto riempite di esplosivo sono esplose nel mercato della capitale, Urumqi, uccidendo 31 persone e ferendone almeno un centinaio.

Probabilmente a scatenare questa  violenza è stata la condanna a 15 anni di carcere di 39 cittadini accusati di “aver organizzato, condotto e partecipato in azioni terroristiche”, per aver messo in rete video ritenuti “terroristici” dalle autorità cinesi.

Lo Xinjiang è una vasta regione ricca di risorse naturali, abitata in maggioranza da cinesi di etnia Han e con una forte presenza di Musulmani Uighur, di origine turca. Tra le due etnie non è mai corso buon sangue e negli ultimi anni le tensioni si sono accentuate a causa delle restrittive misure di sicurezza e della sistematica oppressione culturale messe in atto dalle autorità cinese dopo le violenze, esplose nella capitale nel 2009, che provocarono oltre 200 morti e migliaia di feriti.

Lo scorso marzo, un gruppo di separatisti attaccò la stazione ferroviaria di Kunming, provocando la morte di 29 persone e il ferimento di 143. I giornali cinesi titolarono il massacro come “l’11 settembre cinese”.

In aprile, l’ultimo giorno della visita del Presidente Xi Jinping nella regione, 2 separatisti armati di coltelli ed esplosivo irruppero nella stazione ferroviaria di Urumqi, uccidendo 1 persona e ferendone 79. I due  terroristi furono uccisi nel conflitto a fuoco con la polizia.

Le immagini postate su Sina Webo, il corrispondente di Twitter cinese, mostrano una pila di corpi ammassati lungo il marciapiede, mentre i feriti, su sgabelli sgangherati, assistono increduli alla scena.

La reazione del governo è stata quella di aumentare le misure di sicurezza e il Presidente Xi ha chiesto “di punire severamente i terroristi e di non risparmiare risorse per mantenere la stabilità”.

di Vito Di Ventura

 

    Print       Email

You might also like...

In UK va di moda lanciare frappé di latte ai politici

Read More →