Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Missione Difesa  >  Current Article

Il Sottosegretario alla Difesa in visita al Comando Artiglieria Controaerei di Sabaudia

By   /   13 Maggio 2014  /   Commenti disabilitati su Il Sottosegretario alla Difesa in visita al Comando Artiglieria Controaerei di Sabaudia

Mimmo RossiQuesta volta l’On. Domenico Rossi, già Sottocapo di Stato Maggiore dell’Esercito, ha visitato la caserma “Santa Barbara”, sede del Comando Artiglieria Controaerei, da Sottosegretario alla Difesa. La scorsa estate era al seguito dell’allora Ministro della Difesa Mario Mauro.

Dopo gli onori militari, il Comandante, Gen. B. Cesare Alimenti, ha illustrato, in un sintetico quanto efficace briefing, la situazione della Specialità. Partendo dalle sue origini, fino ai nostri giorni e delineando i possibili scenari futuri, il Generale Alimenti ha tratteggiato l’evolversi dell’organizzazione e dei sistemi d’arma di una specialità fortemente caratterizzata dalla tecnologia e dall’interoperabilità con le altre Forze Armate, italiane e della NATO.

Inoltre, ha evidenziato il qualificato contributo che gli artiglieri controaerei continuano a fornire negli scenari nazionali e internazionali, partecipando a tutte le principali operazioni : da “Strade sicure” e nella “Terra dei Fuochi”, ai teatri operativi come il Kossovo, Afghanistan e Libano. Senza dimenticare le capacità operative proprie della specialità messe a disposizione della NATO (Forze di Reazione Rapida) ed il suo contributo alla capacità nazionale di proiezione dal mare, con una “componente anfibia” a copertura dello spazio aereo della testa di ponte.

Presso il salone del circolo unificato, il Sottosegretario ha incontrato una nutrita rappresentanza degli Ufficiali, Sottufficiali, dei Volontari e del personale civile della Caserma. A loro ha rivolto il saluto del Ministro della Difesa e del governo.

In particolare, nel suo discorso, con l’orgoglio di ex Sottocapo di SME, il Sottosegretario ha indicato proprio negli “uomini e donne con le stellette” il punto fermo per una rinascita morale del Paese, per i valori che essi incarnano di spirito di sacrificio, del dovere e delle responsabilità.

Nell’affrontare l’attuale e delicato momento economico e politico che attraversa il Paese, il Sottosegretario si è soffermato sul tema dei tagli e in particolare quelli alla Difesa ed, ha rassicurato i presenti, che non saranno indirizzati alla funzionalità né al personale, ma solo agli investimenti, che verranno ridimensionati. Con chiaro riferimento al taglio del numero degli F 35.

In qualità di delegato ai rapporti con i rappresentanti militari e con i sindacati del comparto Difesa, l’Onorevole Rossi ha sottolineato che nella sua azione di governo metterà l’uomo al centro dell’attenzione a partire dal trattamento economico. Su quest’argomento ha poi precisato che il governo non reitererà il blocco stipendiale, la cui scadenza è prevista per la fine dell’anno.

Nel successivo incontro con la stampa, il Sottosegretario ha risposto ad una serie di domande sia relative al territorio sia a carattere nazionale. In termini locali, ha precisato che l’aeroporto “Enrico Comani” di Latina, sede del 70° Stormo dell’Aeronautica Militare, non è tra quelli soggetti a riduzione o chiusura, così come la realtà del Comando Artiglieria Controaerei di Sabaudia continuerà nella sua crescita a servizio del Paese.

In quanto alle servitù militari, l’Onorevole Rossi ha annunciato che a metà giugno ci sarà la conferenza stato-regioni e in tale sede dovranno emergere le reali esigenze e sviluppare le giuste sinergie con i rappresentanti del territorio. In merito, il Sottosegretario ha colto l’occasione per esprimere il suo apprezzamento per la presenza del sindaco della città di Sabaudia, Dott. Maurizio Lucci, a testimonianza della vicinanza della città alla caserma, due realtà strettamente legate sin dalla loro nascita.

Sulla missione “Mare Nostrum”, il Sottosegretario ha espresso il suo apprezzamento all’impegno e allo spirito di sacrificio degli uomini impiegati in tale operazione che ha permesso di salvare numerose vite umane. A chi chiedeva se il costo di circa 9,3 milioni di Euro mensili fossero giustificati, ha risposto che proprio nella nostra storia, nella nostra cultura e nei valori cattolici trovano fondamento il dovere morale, la solidarietà e lo spirito di assistenza che ci deve animare fino a quando non ci saranno valide alternative.

Queste ultime si potranno ottenere sia attraverso la creazione nei paesi di provenienza dei migranti delle condizioni di democrazia e sicurezza (Siria e Libia in particolare), sia attraverso l’opera politica che l’Italia potrà svolgere durante il prossimo semestre di Presidenza Europea. L’Europa deve capire che il problema è di tutti e quindi da trattare in ambito Frontex, che ha come scopo promuovere, coordinare e sviluppare la gestione dei confini Europei in linea con la carta dei Diritti fondamentali dell’Unione Europea, applicando il concetto di integrazione idei confini.

Infine sulla questione dei Marò, il Sottosegretario ha espresso la sua soddisfazione per l’evolversi della situazione in quanto non saranno giudicati secondo la legge sull’antiterrorismo e, ora che finalmente l’India ha un nuovo governo, si potrà ottenere che il caso venga affidato ad un tribunale internazionale.

di Vito Di Ventura  

Pages: 1 2

    Print       Email

You might also like...

Kosovo: cambio del contingente italiano del Regional Command West

Read More →