Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Current Article

Una “Biblioteca di Pietra” si allunga sull’Adriatico

By   /   10 Febbraio 2014  /   Commenti disabilitati su Una “Biblioteca di Pietra” si allunga sull’Adriatico

20140206_160053In occasione del Giorno del Ricordo è stata inaugurata oggi a Rimini la cosiddetta “biblioteca di pietra”, protesa sul mare proprio verso la costa istriana e dalmata. Non un semplice monumento ma una vera e propria commemorazione, affidata a Vittorio D’Augusta, artista riminese nato a Fiume.

Sul molo di Levante, grandi blocchi di pietra fiancheggiano il camminamento centrale della nuova diga. Siamo dunque al porto, centro per eccellenza dell’identità collettiva nel cuore e nell’immaginario dei cittadini. Qui trenta opere letterarie vengono incise nella memoria attraverso targhe di ottone che riportano titolo e autore di quei libri scritti per non dimenticare.

“Un segno in uno dei luoghi dell’identità di questa città – ha detto il sindaco di Rimini Andrea Gnassi – che rimarrà a ricordo di quello che è stato uno tra i momenti più tragici della storia, non solo italiana. Un monumento alla memoria che lambisce quelle terre dove il Novecento ha picchiato con guerre e violenza ideologica. Un risultato di cui sono molto fiero – ha proseguito il Sindaco Gnassi – perché frutto di un confronto tra persone con sensibilità e storie diverse, dell’Unione degli Istriani, dell’Associazione Amici e Discendenti degli Esuli Giuliani, Istriani, Fiumani, Dalmati, dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia nonché dell’Istituto Storico della Resistenza, dell’Anpi e del coordinamento delle associazioni combattentistiche e d’Arma.”

Proprio come la normale copertina di un libro, ogni grande masso riporta significativi poeti e romanzieri di quelle terre. Sono le persone che hanno narrato questa triste storia, interpretandone l’umanità e il dolore. Attraverso la letteratura si toglie retorica e si aggiunge sensibilità. Così il vento impetuoso che soffia dal mare sembra scontrarsi contro i residui di certe ideologie per un futuro migliore che tenga ben presenti quali sono stati gli errori del passato.

 

di Marta Parcesepe

    Print       Email

You might also like...

Lucca C&G cambia e si fa in quattro!

Read More →