Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Current Article

Sochi 2014: tra meno di un mese al via le Paralimpiadi

By   /   9 Febbraio 2014  /   Commenti disabilitati su Sochi 2014: tra meno di un mese al via le Paralimpiadi

paralimpiadi-sochi_featuredVenerdì hanno preso il via le Olimpiadi invernali a Sochi e tutto il mondo ha lo sguardo puntato sulla città che si è completamente rinnovata per accogliere atleti e turisti, ma c’è ancora chi è impegnato per definire i dettagli per l’evento che le seguirà a ruota, i Giochi Paralimpici, che prenderanno il via il 7 marzo. Saranno 750 gli atleti che cercheranno di portarsi a casa una medaglia e che troveranno una città con l’accessibilità in tutte le strutture, perché in questo i progettisti hanno dato la massima importanza.

Le infrastrutture di Sochi sono state rese accessibili sia per le persone con disabilità fisiche – ascensori, impianti di risalita e rampe, superfici dure antiscivolo -, sia per le persone con problemi di vista – superfici pedonali tattili, delineazione colore delle zone pericolose, barriere di protezione, segnali acustici ai semafori. Un servizio speciale fornirà informazioni sui mezzi di trasporto accessibili, assistenza per la loro prenotazione, e fornirà personale qualificato per scorte nelle zone in cui le persone con disabilità potrebbero avere difficoltà, per cercare di facilitare la loro visita.

Dopo il successo delle Paralimpiadi Olimpiadi di Londra, non solo per i successi sportivi, ma anche  le più viste e più partecipate della storia, che hanno incollato milioni di persone davanti alla TV, oltre naturalmente a riempire gli stadi, oggi si pensa a ripetere gli stessi numeri a Sochi. Subito dopo la chiusura delle Olimpiadi avrà inizio la grande festa della cerimonia di apertura dei Giochi Paralimpici, che è fissata per il 7 marzo, cui seguiranno 9 giorni di gare sulle montagne che affacciano sul Mar Nero. Come dicevamo saranno circa 750 atleti, 50 le nazioni rappresentate, numeri davvero importanti per una Paralimpiade invernale, con il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) che naturalmente punta a migliorare l’audience.

Saranno 5 le discipline sportive in gara e per la prima volta arriva lo snowboard, che debutta a Sochi in formato ridotto, l’hockey su ghiaccio, il curling in carrozzina e le varie categorie di sci alpino, sci di fondo e biathlon. Lo snowboard vedrà impegnati atleti standing, cioè atleti che gareggiano in piedi, in quanto  con disabilità agli arti inferiori.

Gli azzurri, partiranno con il ricordo delle 7 medaglie vinte e dell’undicesimo posto di Vancouver 2010. Delle 7 paralimpiche, 1 fu d’oro, per merito di Francesca Porcellato nel fondo, alle quali si aggiunsero 3 medaglie d’argento e 3 di bronzo per merito di Enzo Masiello, 1 argento e 1 bronzo sempre nel fondo, di Gianmaria Dal Maistro e Tommaso Balasso, argento nella supercombinata e doppio bronzo, nello slalom e nello slalom gigante e di Melania Corradini, argento nel Super-G.

Massimo impegno da parte degli azzurri, Porcellato, Masiello e Corradini, che faranno parte della della spedizione a Sochi e cercheranno di ripetere il successo di Vancouver, mentre non ci saranno Dal Maistro e Balasso, che hanno appeso gli sci al chiodo, in loro sostituzione la coppia formata da Alessandro Daldoss e Luca Negrini. Gli azzurri dell’hockey puntano ad un risultato di prestigio,   mentre è grande il rammarico per la mancata qualificazione nel curling.

Per chi come noi non potrà andare a Sochi, seguire le Paralimpiadi in TV sarà più facile, infatti,  le gare paralimpiche andranno in chiaro su Rai Sport, che dedicherà all’evento la quasi totalità della programmazione giornaliera.

di Armida Tondo

    Print       Email

You might also like...

The last dance e la jersey mania

Read More →