Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Calcio femminile – Nuovo anno, vecchie abitudini per le big

By   /   7 Gennaio 2014  /   Commenti disabilitati su Calcio femminile – Nuovo anno, vecchie abitudini per le big

1535641_10203062321228454_281620014_nSi è concluso con il posticipo di ieri tra Como e Riviera la giornata numero 14 in Serie A. Il ritorno dalla sosta natalizia non ha però scalfito i valori sin qui emersi: Torres, Tavagnacco e Brescia hanno conquistato i 3 punti anche nella prima del 2014.

Le sarde nel match clou di giornata hanno avuto la meglio su un coraceo e volitivo Mozzanica, punito, nella ripresa, dalla doppietta di Pamela Conti. Dopo un primo tempo equilibrato, con qualche buon occasione da entrambe le parti, la Torres ha sbloccato il risultato su calcio piazzato, raddoppiando poi, sempre grazie alla propria fantasista, a pochi minuti dal termine.

Solo su calcio di rigore il Tavagnacco riesce a piegare la resistenza dell’Inter; non inganni però il risultato poichè le padrone di casa, nonostante un campo condizionato dalle avverse condizioni metereologiche, hanno trovato nel portiere ospite Selmi un’autentica saracinesca. Decide Parisi (arrivata a quota tredici reti) a metà della ripresa.

Il Brescia inaugura al meglio il nuovo anno con un roboante 3-0 ai danni della Res Roma. Dopo vari tentativi ben neutralizzati dal portiere giallorosso Pipitone, le bresciane sbloccano la partita con la solita zampata della Sabatino su azione di calcio d’angolo. Nella ripresa la trama della partita non cambia e le padrone di casa chiudono la pratica con le reti della neoentrata Rosucci e pochi minuti più tardi con Girelli, autrice di una pregevole rete su pallonetto.

Le altre sfide hanno visto il dominio del Verona sul campo della Scalese per 11-0. Il match dura in pratica tre minuti, quanti ne bastano alla Mason per sbloccare la partita su rigore. Le toscane, che dopo l’addio di alcune delle giocatrici di maggiore esperienza sembrano già condannate alla retrocessione, vengono sommerse dalle reti in successione di Karlsson, Napoli, Gelmetti, Karlsson, Gabbiadini, Napoli, Baldo e la tripletta in appena quattro minuti della Mason, sempre più capocannoniere del campionato.

Si piazza al quinto posto la Riviera di Romagna, che nella giornata di ieri ha sbancato il campo del Como per 4-0. Le ragazze di Lorenzo passano in vantaggio nel primo tempo con le reti della punta Mendes e della sempre più intraprendente in zona gol Petralia. Nella ripresa c’è gloria anche per Caccamo e Baldini che assicurano la terza vittoria consecutive per le romagnole. Per il Como una brutta sconfitta e la consapevolezza che bisogna cambiare rotta al più presto se si vorrà mantenere la categoria.

Guadagna  una posizione anche il Pordenone, che balza sesto dopo la vittoria per 2-0 sul campo della Fimauto Valpolicella. Le neroverdi  partono subito con il piglio giusto e in appena tredici minuti si ritrovano avanti di due reti, merito delle centrocampiste Sedonati e Tommasella. Nella ripresa gli sforzi delle padrone di casa portano solo un palo colpito da Perobello e poco più.

In zona retrocessione 0-0 tra Firenze e Chiasiellis; un punteggio che non può soddisfare le toscane, incapaci di superare, sul proprio terreno di gioco, una diretta concorrente alla salvezza.  La squadra di Fattori se non altra denota un miglioramento in fase difensiva, grazie allapresenza tra i pali della giapponese Matsubayashi. Le friuliane ci hanno provato in alcune occasioni, ma ancora una volta è mancata la concretezza negli ultimi metri.

Bella vittoria per il Napoli, che passa sul campo del Perugia per 3-0 e può guardare adesso con più ottimismo alla salvezza, distante solo quattro punti. Dopo un sostanziale equilibrio nella prima frazione di gara, le campane sono venute fuori nella ripresa, sbloccando la partita con la rete della Pirone, raddoppiando su calcio di rigore con Colasuonno, e triplicando con la prima rete in campionato della Diodato. Per il Perugia un tonfo interno che non aiuta il clima già poco sereno in società, dopo le ventilate minacce di ritirare la squadra da parte del presidente Roscini, per protestare contro le direzioni arbitrali.

Risultati:

Brescia-Res Roma 3-0 (Sabatino, Rosucci, Girelli) Como-Riviera 0-4 (Mendes, Petralia, Caccamo, Baldini) Fimauto-Pordenone 0-2 (Sedonati, Tommasella)

Firenze-Chiasiellis 0-0

Grifo Perugia-Napoli 0-3 (Pirone, Colasuonno, Diodato)

Mozzanica-Torres 0-2 (Conti, Conti)

Scalese-Verona 0-11 (Mason, Karlsson, Napoli, Gelmetti, Karlsson, Gabbiadini, Napoli, Baldo, Mason, Mason, Mason) Tavagnacco-Inter 1-0 (Parisi)

 

Classifica:

Torres 40;Tavagnacco, Brescia 39; Verona 29; Riviera 25; Pordenone 23; Mozzanica 22; Res Roma 19; Fimauto 16; Firenze 15; Como 12; Chiasiellis, Napoli 11; Inter 7; Grifo 6; Scalese 5

di Massimo Merlo

    Print       Email

You might also like...

Super Coppa di Spagna 2019: l’analisi della partita

Read More →