Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Basket  >  Current Article

Daniel Hackett da Siena a Milano per vincere l’Eurolega

By   /   23 Dicembre 2013  /   Commenti disabilitati su Daniel Hackett da Siena a Milano per vincere l’Eurolega

hackettLa Montepaschi Siena per le note vicissitudini del suo main sponsor è in seria difficoltà economica, l’Eurolega poteva essere vero e proprio ossigeno per le sue casse ma l’uscita prematura dalla competizione l’ha riportata nel baratro. Siena, sopratutto quest’anno, era sinonimo di Daniel Hackett. Il forte giocatore era la punta di diamante di un quintetto ben assortito che, nonostante le problematiche societarie, poteva puntare a prestigiosi traguardi. La sconfitta in Eurolega però ha cambiato tutti i piani sia del play che del Montepaschi. Poche ore dopo l’eliminazione dal torneo, Hackett era già un giocatore di Milano, società che punta dritto allo scudetto. Bascketcaffe.com ci spiega i dettagli della situazione.

La regular season di Eurolega si è chiusa senza grossi scossoni visto che la maggior parte dei pass erano già stati strappati in precedenza; una partita importante però è andata di scena a Malaga dove la Montepaschi Siena si è giocata la qualificazione alle Top16 perdendo con un incredibile canestro di Jayson Granger proprio sulla sirena che ha mandato in delirio gli spagnoli e ha chiuso l’avventura in Euroleague (continuerà invece in Eurocup) per i toscani. Come se non bastasse questa eliminazione ha portato anche ad un’altra brutta notizia per i tifosi della Mens Sana, visto che Daniel Hackett e la società hanno trovato un accordo per il suo passaggio all’EA7 Emporio Armani Milano, coronando quindi il sogno inseguito in estate da Proli e Banchi. Il play dovrebbe firmare nelle prossime ore il contratto e quindi ufficializzare il suo passaggio, ma l’accordo dovrebbe essere almeno fino a giugno 2015 (si parla di circa 800.000€ all’anno)senza NBA escape a fine stagione, con un buyout di circa 500.000€ in favore di Siena che così riuscirà anche a sgravare ulteriormente il suo monte ingaggi.

Senz’altro un brutto colpo per una squadra che in estate è stata costretta ancora una volta a perdere i suoi pezzi migliori e che nonostante un inizio traumatico in Eurolega è riuscita a giocarsi la qualificazione fino all’ultimo tiro. Ma trattenere Hackett in questo momento era sicuramente impossibile visto la pioggia di offerte arrivate nelle ultime settimane, e non sarebbe stato neanche giusto nei confronti del ragazzo che a inizio stagione aveva scelto di rimanere in biancoverde per chiudere un cerchio della sua carriera facendo una scelta di cuore, ma che ora deve essere lasciato andare per cercare di proseguire la sua storia ad alto livello.

Queste le sue dichiarazioni al Corriere Fiorentino:

Ho il rammarico di non aver raggiunto le Top 16 con Siena. Credo comunque di aver lasciato un bel segno qui a Siena. La Mens Sana mi ha aiutato a crescere, non solo con la conquista di tutti i trofei, ma mi ha cresciuto come ragazzo, mi ha aiutato a maturare, quindi, spero sia un arrivederci, perché questa è una città speciale in cui io ci sto veramente bene anche fuori dal campo.

Sarà senz’altro una cosa particolare per me giocare a Milano dove troverò Luca Banchi e David Moss. Però è una sfida che prendo a testa alta a spalle larghe. Non nego a nessuno che questo per me rappresenta il contratto della vita e sono contento perché, anche con il buy out a favore della società, di aver dato un piccolo contributo anche alla Mens Sana per il proseguimento di questa società. È una vittoria su tutti e due i campi sia per me che per la società.”

continua a leggere su BasketCaffe.com

    Print       Email

You might also like...

The last dance e la jersey mania

Read More →