Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Natale con i botti “spaziali”

By   /   21 Dicembre 2013  /   Commenti disabilitati su Natale con i botti “spaziali”

satellite bolivianoDopo la conquista della Luna da parte della Cina, anche Bolivia e Argentina festeggiano la fine del 2013 con un lancio nello spazio.

La Bolivia ha lanciato questa mattina il suo primo satellite per le comunicazione dalla base spaziale cinese Xichang Satellite Launch Center (XSLC), nella provincia di Sichuan.

Il satellite, chiamato Tupac Katati, in onore del 18esimo centenario dell’eroe indigeno che combattè contro la colonizzazione spagnola, è il prodotto della cooperazione industriale tra la Bolivian Space Agency (ABE) e la Great Wall Industry Corporation of China, una società sussidiaria della China Aerospace Science and Technology Corporation (CASC).  Il satellite dovrebbe avere una vita di  circa 15 anni.

Al lancio era presente il Presidente Boliviano Juan Evo Morales Ayma, cui il Presidente Ciniese Xi Jinping ha inviato un messaggio di congratulazioni in cui sottolineava i benefici della cooperazione tecnologica e scientifica tra i due Paesi.

Questo è il quinto satellite per le comunicazioni che la Cina lancia in orbita per conto di terzi ed è il secondo per i Paesi latino americani, nel 2008, infatti, lanciò un satellite per conto del Venezuela.

Anche l’Argentina, nell’ambito del suo programma di ricerca spaziale, ha lanciato con successo un satellite per la ricerca, lo ha comunicato ieri il Ministero della Difesa. In realtà il lancio è avvenuto mercoledì dalla base spaziale della città di Chamical, provincia di Rioja, a 880 km dalla capitale.

Il satellite nasce dalla cooperazione tra Aeronautica, l’industria della Difesa e l’università, ha detto il Ministro della Difesa Augustin Rossi:Questo lancio rappresenta un ulteriore passo verso il recupero delle capacità scientifico-tecnologiche della difesa”.

Il razzo vettore dovrebbe raggiungere la velocità massima di 3,978 km/ora  prima che finisca il carburante e prosegua senza propellente, successivamente, quando raggiungerà la quota di 49 mila metri si separerà dal carico.

L’Argentina negli ultimi 5 anni ha lanciato 3 razzi, riprendendo così la ricerca e sviluppo sospesa da oltre 30 anni. Il primo missile è stato lanciato nel 2009 dalla base di Serrezuela, nella provicncia di Cordoba, e il secondo nel 2011 sempre dalla base di Chamical. Nel 2014 dovrebbe lanciare il Gradicom III.

Anche gli Stati Uniti, da parte loro, non si sono fatti mancare nulla e martedì scorso, 17 dicembre, ha effettuato il lancio di un missile balistico intercontinentale Minuteman 3. Il missile  è stato lanciato dalla base aeronautica di Vandenberg avendo come obiettivo l’atollo Kwajalein, a 4.200 miglia.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

La politica muscolare della Turchia destabilizza il Mediterraneo

Read More →