Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Attualità  >  Current Article

In due si divideranno il jackpot del Mega Millions

By   /   19 Dicembre 2013  /   Commenti disabilitati su In due si divideranno il jackpot del Mega Millions

mega millinsDopo 22 estrazioni, è uscita la combinazione vincente: 8-14-17-20-39 e 7 come Megaball. A vincere sono stati i 2 possessori dei biglietti venduti uno nello stato della Georgia e l’altro in California. Il montepremi era salito a 663 milioni di dollari, il secondo più grande di tutti i tempi.

La lunga assenza di vincite hanno spinto le vendite e quindi il montepremi vicino alla cifra record che resta di 656 milioni di dollari, realizzata nel 2011.

Un biglietto è stato venduto al Jenny’s Gift Shop di San Jose, in California, mentre l’altro al Gateway Newsstand di Atlanta, Georgia. Oltre ai 2 primi premi, sono stati estratti anche altri 20 biglietti premi di consolazione a cui è andato 1 milione ciascuno.

Il Direttore della Mega Million ha commentato l’avvenimento dicendo: “Ci sono stati 2 fortunati ma i veri vincitori sono i programmi abbinati alle 45 lotterie Mega Millions che durante queste 22 estrazioni hanno fatto incassare oltre 300 milioni di dollari di profitti”.

I vincitori, cui spettano 170 milioni di dollari ciascuno, possono scegliere di ricevere l’intera somma subito oppure ricevere un vitalizio. I biglietti della lotteria Mega Millions sono venduti in 45 stati e nel distretto della Columbia e nelle isole Vergini.

Il Mega Millions, introdotto per la prima volta nel 1996, è una lotteria multi-giurisdizionale degli Stati Uniti. I paesi che aderiscono al Mega Millions sono 12, mentre gli altri 32 aderiscono a Powerball, principale concorrente del Mega Millions. Ogni volta che viene sbancato il jackpot, riparte da un montepremi di 12 milioni di dollari statunitensi. Le estrazioni vengono solo il martedì e il venerdì, anche se essi sono giorni festivi come il Capodanno. Per giocare, basta un dollaro.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Dipendenza da smartphone: giovani a rischio

Read More →