Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Stati Uniti: la riforma sanitaria di Obama si inceppa

By   /   24 Ottobre 2013  /   Commenti disabilitati su Stati Uniti: la riforma sanitaria di Obama si inceppa

obamacareConfusione, questo è l’aggettivo giusto per descrivere lo stato in cui versa il sito web “Healthcare.gov”, il programma attraverso cui i cittadini americani dovrebbero acquisire l’assicurazione sanitaria prevista dalla riforma introdotta dal Presidente Barack Obama.

La riforma, nota con il nome di “Obamacare”, è stata implementata da un programma elettronico, costato circa 500 milioni di dollari, che si è letteralmente impantanato in una serie di problemi tecnici. Contemporaneamente, anche la Casa Bianca si dibatte in una serie di difficoltà burocratiche, tra cui la corretta compilazione del “modulo 834”, con cui si trasmettono i dati degli iscritti alle agenzie assicurative.

Il processo è stato sovraccaricato di problemi tecnici, come le critiche che piovono sul governo da parte dei Repubblicani. Il Washington Post ha riferito che, secondo fonti del Ministero della Salute e dei Servizi Umani, il governo ha prolungato i termini per ottenere la copertura o pagare una penalità.

Secondo il giornale in realtà i problemi non sarebbero tecnici ma deriverebbero dalla interpretazione della tempistica ovvero non si sa se la gente sarà coperta fino alla fine del periodo di prova che si conclude entro 6 mesi (il prossimo 31 marzo 2014), oppure per quell’epoca dovrà comprare un piano assicurativo. Questi hanno un tempo di ritardo per entrare in vigore. I dirigenti dell’amministrazione dicono che la nuova regola è molto semplice: i cittadini debbono acquistare un’assicurazione entro il periodo di prova o registrazione dei 6 mesi.

Le società che l’hanno progettato ammettono che il sistema è molto complesso e deve mettere in collegamento in tempo reale milioni di utenti con il database federale, come la Social Secutity Administration che fornisce una serie di servizi sociali, e con oltre 170 agenzie assicurative. Per questo motivo e poiché vi è un’ampia varietà di problematiche, il sistema necessita di un tempo di prova per scoprire e correggere eventuali buchi al software.

In conclusione, la riforma sanitaria osteggiata dai Repubblicani al punto tale che hanno provocato il cosiddetto “shutdown” (chiusura di molti uffici statali ed il licenziamento di migliaia di persone), ed hanno portato gli Stati Uniti alla soglia del default, adesso è di fatto bloccata. Questa volta non è la volontà politica a volerlo, ma una serie di problemi tecnici che dagli americani, tecnologicamente avanzati, sinceramente non ci aspettavamo.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

La Rivoluzione dei Gelsomini in Tunisia.

Read More →