Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Nuoto  >  Current Article

Nuoto: bronzo di Paltrinieri nei 1.500 stile libero

By   /   4 Agosto 2013  /   Commenti disabilitati su Nuoto: bronzo di Paltrinieri nei 1.500 stile libero

Si chiude con il bronzo di Gregorio Paltrinieri nei 1.500 stile libero la spedizione azzurra ai Mondiali di nuoto di Barcellona. L’azzurro centra il terzo gradino del podio, alle spalle del cinese Sun Yang, terzo oro in questi campionati dopo i 400 e gli 800, e al canadese Ryan Cochrane. Il 14’41”15 nuotato dall’azzurro è anche la migliore prestazione italiana di sempre.

Niente da fare invece per il Settebello che nella finale per il bronzo cede per 10 a 8 contro la Croazia. I campioni mondiali uscenti chiudono quindi il Mondiale al quarto posto, con il rammarico di un podio che era comunque alla portata, ma la consapevolezza di avere una squadra in grado di competere ai massimi livelli.

Per l’Italia, quella del 18enne Paltrinieri, è la seconda medaglia in vasca. Solo dodici mesi fa l’avventura olimpica di Londra fece registrare uno zero nell’albo d’oro. I Mondiali dovevano essere il primo passo verso la ricostruzione. Fortunatamente Barcellona ci ha restituito una Pellegrini competitiva e ci ha regalato il primo importante risultato di Paltrinieri. Due punti dai quali bisogna ripartire. “Dopo l’anno zero di Londra, siamo all’anno uno. Abbiamo compiuto un piccolo passo in avanti”, ha detto Cesare Butini, direttore tecnico del nuoto azzurro.

La delusione maggiore porta il nome di Fabio Scozzoli, solo 4° nei 100 rana: “Siamo arrivati con una squadra che sapevamo non poteva andare oltre una-due medaglie. Immaginavamo che potessero essere ascritte alle prestazioni del nostro atleta piu’ rappresentativo Fabio Scozzoli. Purtroppo ha mancato la medaglia nei 100 rana per pochi centesimi, ma cio’ non significa che fosse sbagliata la preparazione”.

Quasi inattesa invece la medaglia della Pellegrini: “Federica Pellegrini ha deciso col suo entourage di nuotare i 200 stile libero. Noi le abbiamo garantito l’iscrizione, l’abbiamo invitata a provarci e siamo contenti della scelta che l’ha portata a conquistare l’argento”.

Le 12 finale conquistate rappresentano un risultato importante, migliore di quello delle recenti competizioni: “Abbiamo conquistato 12 finali. Alle Olimpiadi di Londra erano state 8. Ai Mondiali di Shanghai 10. Ribadisco che il termometro di una squadra non sono le medaglie. Ma le prestazioni generali legate alle capacità individuali. Dalla prossima stagione finalizzeremo il nostro intervento su un numero di circa 20 atleti per accrescerne le potenzialità affinchè si esprimano sempre in crescendo con l’obiettivo di arrivare al top alle Olimpiadi di Rio”.

di Luca Paradiso

    Print       Email

You might also like...

Il Nuovo Latina Lady vince contro lo Sporting Latina Women

Read More →