Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Reportage presentazione Jenus a Roma

By   /   22 Luglio 2013  /   Commenti disabilitati su Reportage presentazione Jenus a Roma

In occasione del tour capitolino di Don Alemanno ho colto al balzo l’occasione per una intervista all’autore ospite nella splendida fumetteria Forbidden Planet di Roma.

Jenus dopo l’esperienza dell’autoproduzione e del fumetto online è riuscito ad approdare nelle fumetterie di tutta la penisola grazie al sostegno della casa editrice Magic Press che ha pubblicato questa nuovissima serie satirica.

Come è nata l’idea per Jenus ?

Io provengo da una famiglia cristiana, come molti in Italia, e spesso una delle frasi ricorrenti è: “chissà cosa direbbe Gesù se tornasse adesso sulla Terra?” Sicuramente rimarrebbe impressionato da cosa siamo arrivati a fare e soprattuto da cosa abbiamo fatto in suo nome. Partendo da questa idea ho immaginato il suo ritorno con annesso imprevisto, infatti durante la sua discesa sulla Terra lo sfortunato figlio di Dio diventa carne troppo presto e finisce per sbattere le testa andando in coma e perdendo la memoria. Da questa premessa iniziano le divertenti avventure di un redentore che soffre di amnesia e non ricorda nulla della sua missione.

Come è stato accolto questo fumetto dai gruppi religiosi ?

Ho ricevuto molte minacce! alcune molto belle, come: “ morirai nel tuo fallo” che è un termine biblico per augurare di morire impotente, quindi denota una persona che sa di cosa sta parlando. Poi ci sono state persone che hanno minacciato denunce per vilipendio, minacce più o meno velate di violenze fisiche ma che per adesso non sono state messe in pratica. Sarebbe “comodo” comunque ricevere qualche denuncia per alzare un bel polverone mediatico ed aumentare il successo di Jenus. Il mio obbiettivo è di farmi denunciare o, ancora meglio, essere spruzzato con l’acqua santa, ad una presentazione, da un contestatore di Jenus.

Il tuo approccio con il Web?

Il mio esordio è avvenuto con il fumetto auto prodotto, poi cavalcando l’onda del successo di altri autori, come ad esempio Zerocalcare, che hanno fatto conoscere il loro nome attraverso la rete e poi si sono affermati su carta, ho seguito lo stesso percorso anche se ho voluto sfruttare il web in modo diverso rendendo le mie storie più fruibili e immediate e scrivendo “microstorie” auto conclusive di una vignetta (le famose pillole di Jenus). Ovviamente poi c’è stata la fortuna di approdare alla Magic Press che ha scelto di investire nel mio fumetto.

Quali consigli daresti ad un giovane autore?

Non fate fumetti! Se lo volete fare la chiave sta nel dire cose e nel parlare di argomenti che nessuno si sognerebbe di trattare. Bisogna essere irriverenti, magari divertenti, ma soprattutto il fumetto deve essere un punto d’inizio, un vettore, uno strumento per poter trasmettere un messaggio e non un punto di arrivo.

Progetti per il futuro?

Per Ottobre ci sarà la seconda uscita di Jenus, ovvero l’atteso volume 2 atteso per Romics, quindi tornerò a Roma, poi Lucca comics e tutte le fiere possibili per promuovere il mio lavoro.

Ovviamente alle fiere sarò a disposizione dei miei lettori con sketch, dediche e soprattutto con il mio corpo in modo che ne possiate bere e mangiare tutti. Su questa battuta ringrazio il simpaticissimo Don Alemanno per l’intervista. L’appuntamento è per Romics.

Di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

You might also like...

Murder Falcon

Read More →