Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Current Article

Chiedi alla polvere

By   /   10 Luglio 2013  /   Commenti disabilitati su Chiedi alla polvere

John Fante in uno dei suoi romanzi autobiografici, nello specifico Chiedi alla polvere, fa un ritratto e a tinte fosche del mondo e dell’umanità.

Il suo alter ego Arturo Bandini è un giovane attaccabrighe e razzista che per ironia della sorte è condannato a subire a sua volta il razzismo (infondo è un italoamericano!). Si sente statunitense ma agli occhi di chi lo guarda è solo un Italiano…

Ancora non riesce a comprendere bene il mondo e la vita e già crede di poter essere un esempio per gli altri e uno scrittore di successo. Mentre sta ancora muovendo i primi passi nel mondo della letteratura pubblicando sporadicamente, in riviste letterarie, dei racconti.

La sua vita è piena di amarezza e paura, ma lui cerca di nascondere i suoi sentimenti dietro una maschera da giovane arrabbiato e ribelle.

Tuttavia la cosa straordinaria del romanzo di fante è che raccontando il periodo storico in cui vive Arturo Bandini ci offre uno spaccato su un periodo estremamente simile al nostro. La società è in un momento difficile gli Stati Uniti sono in piena crisi economica. Tutto va male!

Ma la cosa che colpisce è che il libro di Fante oltre a raccontare il disagio sociale, lo sfruttamento, l’illusione e l’emarginazione apre anche uno spaccato su un tempo lontano in cui ai giovani era ancora concesso di essere liberi di sognare e di sperare nel futuro.

Oggi, purtroppo, chi crede nelle proprie capacità e non ha voglia di essere omologato è considerato uno schizzinoso. L’epoca in cui vive Arturo pur se spietata e dura aveva un barlume di speranza nei confronti del futuro che oggi sembra totalmente perso.

Fante descrive un mondo in cui un giovane che crede nelle proprie capacità può provare e riuscire a vivere in modo non convenzionale. Arturo può allontanarsi dalla sua famiglia e costruire il proprio futuro.

Naturalmente Arturo Bandini, giovane e inquieto, pagherà duramente per la propria superbia mista ad ingenuità. Il suo cuore sarà dilaniato da un amore non corrisposto.

Dovrà affrontare, la disperazione, le discriminazioni e anche gli eventi naturali.

Ma soprattutto dovrà fare i conti con la sua personalità superba e irrispettosa, che in varie occasioni lo metterà in seri guai.

Arturo Bandini giovane inesperto e borioso si troverà a fronteggiare la grande depressione e la follia umana.

Un ritratto attuale e spietato del mondo e della sua costante ed incontenibile follia.

Da leggere per capire come con il passare del tempo quanto alcuni problemi della nostra società siano rimasti irrisolti altri siano peggiorati e fino a che punto l’essere umano sia piccolo e preda di un ego smisurato.

Per chi vuole avere la certezza che tutto cambia perché nulla cambi o migliori…

Adatto ad un pubblico maturo e disincantato.

Disponibile anche come e-Book.

John Fante Chiedi alla polvere, Einaudi, Torino, 2004, pagine234.

Di Laura Ester Ruffino

    Print       Email

You might also like...

Conoscere e contrastare il Jihadismo

Read More →