Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Arte  >  Current Article

È di scena la Mail Art

By   /   17 giugno 2013  /   Commenti disabilitati su È di scena la Mail Art

Roma dedica una vetrina d’eccezione ad una forma di arte molto particolare ed amata dal pubblico. Nelle centenarie sale del Collegio Romano è allestita infatti fino al 27 giugno la mostra “Sandro Rinaldi. Intorno alla Mail Art. Mostra di buste d’artista”.

La Mail Art, altrimenti detta arte postale o arte da viaggio, è come noto un movimento artistico esistente da molto tempo anche se codificato solo nel 1962 da Ray Johnson. In sostanza consiste nello scambio per posta di lavori artistici. Quel che è certo è che negli anni è stata spedita una enorme quantità di creazioni da parte dei tanti artisti dediti alla Mail Art.

L’esperienza ebbe risalto all’epoca del Futurismo. Si ricordano di quel periodo le cartoline e le epistole ludiche di Depero, Balla e Cangiullo, nonché i collage postali di Pannaggi degli anni venti. L’attività proseguì poi con il Dada, con le cartoline rettificate di Gorge Grotz e Max Ernst, fino ai Fluxus del gruppo del citato Ray Johnson.

Tra gli italiani che hanno amato cimentarsi in questa singolare attività artistica ricordiamo, tra gli altri, anche Piermario Ciani, Enrico Baj, Vittorio Baccelli, Vittore Baroni, Tiziana Baracchi nonché lo stesso Claudio Grandinetti, direttore del M.I.M.A. – Museo Internazionale Mail Art e dell’A.I.M.A. – Archivio Internazionale Mail Art.

A Roma questo filone di attività artistica viene riproposto grazie all’opera di Sandro Rinaldi, non solo artista ed esperto della tecnica dell’acquarello, ma anche grande viaggiatore per motivi professionali. Esposte nell’occasione un centinaio di opere di piccole dimensioni realizzate su carta in forma di buste, post card e francobolli, elaborate dall’artista e poi veicolate a terzi attraverso la posta elettronica.

Si narra che la prima “mail artist” fu nientemeno che Cleopatra la quale spedì se stessa a Cesare avvolta in un tappeto… in ogni caso questa forma di arte è strettamente legata al concetto di “viaggio”, alla spedizione vera e propria delle singole creazioni ed elaborazioni. Non è un caso che Sandro Rinaldi abbia fatto largo uso, come base di lavorazione, delle tante buste d’albergo da lui recuperate in tutto il mondo.

Nella Biblioteca di archeologia e storia dell’arte del MIBAC si possono ammirare le creazioni più variegate e colorate: buste-fiocco, buste con ghirigori e buste polimateriche in cui Rinaldi ha dato libero sfogo alla propria creatività riuscendo a dare vita a tanti piccoli capolavori.

La personale di Rinaldi è dunque una rassegna inusuale che di sicuro non solo appassionerà il pubblico, ma che potrebbe alimentare l’intento di cimentarsi in questa disciplina da parte di tanti potenziali artisti amanti di internet.

di Aurora Portesio

Sandro Rinaldi. Intorno alla Mail Art. Mostra di buste d’artista 
a cura di Barbara Martuscello 
dal 17 al 27 giugno 2013    
Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte, Sala della Crociera, MIBAC – Via del Collegio Romano 27, Roma
Orari: lunedì ore 14-19; mercoledì ore 9,30-17, giovedì ore 9,30-13,30    

    Print       Email

You might also like...

Foto dentro Caravaggio

Caravaggio ai raggi “X”

Read More →