Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Lega Pro – A Carpi e L’Aquila il primo round, pari a Pisa e Monza, Rimini ok

By   /   10 Giugno 2013  /   Commenti disabilitati su Lega Pro – A Carpi e L’Aquila il primo round, pari a Pisa e Monza, Rimini ok

Grazie ad una rete realizzata da Concas al 72′, il Carpi si aggiudica l’andata della finale promozione nei confronti del Lecce.

Meritato il successo degli uomini di Brini in una partita che non ha regalato tante emozioni. Occasioni alla mano però i biancorossi possono pure recriminare per i 2 legni colpiti da Gagliolo e Poli.

I salentini dal canto loro si sono limitati ad un migliore possesso palla, ma salvo l’occasione di Falco, anticipo a porta vuota dal centrale difensivo Gagliolo, l’estremo difensore Sportiello non è stato mai seriamente impensierito.

Da annotare anche i due infortuni accorsi alla coppia offensiva JedaChevanton. Specialmente l’uruguaiano nell’ultimo periodo si era rivelato l’uomo più in forma di mister Gustinetti e perderlo sarebbe davvero un brutto colpo in vista del ritorno.

Nell’altra finale, valevole per il girone B, Pisa e Latina non vanno oltre lo 0-0, punteggio che permetterà a quest’ultimi di accontentarsi anche di un pari nella gara di ritorno. La cornice di pubblico dell’Arena Garibaldi meritava ben altro spettacolo dalle due compagini, specialmente dai padroni di casa che avevano quasi l’obbligo di vincere per arrivare nelle condizioni migliori al ritorno. Davvero poche le occasioni da rete; primi 45′ di assoluta inoperosità per i due portieri, spettatori non paganti fino all’intervallo. Nella ripresa i ritmi si alzano e la chance migliore per i toscani arriva al 65′ quando Perez deve solo appoggiare all’accorrente Gatto la palla del possibile vantaggio, ma l’attaccante tocca debolmente e Bindi riesce ad anticipare l’attaccante pisano. Bindi è chiamato ancora in causa da Gatto, ma il suo tentativo dalla distanza non coglie impreparato il portiere pontino. Finisce così tra gli applausi dei 13.000 presenti sugli spalti, una cornice di pubblico che non si vedeva dai tempi della Serie B con Ventura in panchina.

In Lega Pro 2° Divisione finisce in parità il match del Brianteo tra Monza e Venezia.

Ai punti avrebbe meritato di vincere la squadra allenata da Asta, che ha costruito diverse occasioni per portarsi in vantaggio, ma è mancata la lucidità necessaria da parte degli uomini più offensivi dei rossi, Gasbarroni e De Cenco su tutti. Il Venezia ci ha provato in un paio di occasioni, ma alla fine i lagunari possono sorridere in vista del ritorno, in programma a Portogruaro, a causa dell’inagibilità del Penzo.

Il derby abruzzese se lo aggiudica L’Aquila, vincitrice sul campo del Teramo per 1-0, ed ora netta favorita per la promozione in Lega Pro 1° Divisione. Gli ospiti hanno ottenuto il massimo riuscendo a concretizzare l’unica vera occasione da rete di tutta la partita. Il colpo di testa di Infantino al 52′ (non esente da colpe il portiere Serraiocco) decide il match, ma sono state davvero tante le occasioni per gli uomini di Cappellaci, che per sfortuna e imprecisione non sono riusciti a portare almeno in pareggio il punteggio.

Nell’ultimo spareggio salvezza infine, il Rimini espugna il campo del Gavorrano per 3-0 ed ipoteca la permanenza tra i professionisti.

Mattatore dell’incontro il fantasista Riccardo Taddei, autore di una doppietta nella ripresa. Nel finale di gara, l’autorete di Fatticcioni rende il passivo ancora più pesante per gli undici di Orrico. La compagine grossetana a questo punto è chiamata ad un’autentica impresa, vincere con 4 gol di scarto domenica prossima a Rimini.

di Massimo Merlo

    Print       Email

You might also like...

Super Coppa di Spagna 2019: l’analisi della partita

Read More →