Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Attacco all’aeroporto di Kabul termina con 7 terroristi morti

By   /   10 Giugno 2013  /   Commenti disabilitati su Attacco all’aeroporto di Kabul termina con 7 terroristi morti

I 7 terroristi che hanno attaccato l’aeroporto di Kabul sono stati tutti uccisi, lo ha  confermato il capo della polizia Afghana, Mohammad Ayoub Salangi, il quale ha riferito ai giornalisti che :”7 terroristi hanno assalito l’aeroporto di Kabul, 2 si sono lasciati esplodere mentre gli altri 5 sono stati uccisi nello scontro a fuoco con la polizia. Non ci sono stati feriti tra le forze dell’ordine e non ci sono notizie di coinvolgimento di civili”.

Questa mattina all’alba, i Talebani, con lancio di bombe a mano e mitragliatrici, hanno attaccato l’aeroporto, occupando 2 palazzine. Immediatamente le forze di sicurezza hanno circondato le palazzine e dopo uno scambio a fuoco sono riusciti a riprenderne il possesso. Contemporaneamente forti esplosioni e colpi di mortaio investivano la capitale ed in particolare l‘area nei pressi dell’Ambasciata Americana.

Tutti i voli da e per l’aeroporto internazionale di Kabul sono stai cancellati e le strade intorno all’aeroporto sono state chiuse al traffico per timore di nuovi attacchi. L’aeroporto è infatti una grande base militare della NATO.

Questo attacco fa parte della preannunciata “offensiva di primavera” che, secondo i Talebani, avrebbe colpito tutte le basi militari e le sedi diplomatiche straniere. Già lo scorso mese la capitale è stata infatti teatro di ore di scontri a fuoco tra i militanti e le forze dell’ordine.

L’offensiva si inquadra nella strategia talebana di intensificare gli attacchi e mettere sotto pressione proprio le forze di sicurezza Afghane, una specie di test per verificarne il grado di addestramento e il livello di capacità operativa. Come è noto, a breve, le forze Afghane avranno la responsabilità della sicurezza dell’intero Paese in quanto quasi tutte le forze della coalizione ritireranno il proprio contingente entro la fine del 2014.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Abbattere i simboli delle ingiustizie razziali

Read More →