Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Turchia. Esplosione ai confini con la Siria

By   /   11 Maggio 2013  /   Commenti disabilitati su Turchia. Esplosione ai confini con la Siria

Sono almeno 40 i morti finora accertati ed oltre 30 i feriti per l’esplosione avvenuta oggi a Reyhanli, una città della provincia di Hatay, ai confini con la Siria. Lo ha annunciato il Ministro dell’Interno Turco,  Muammer Guler.

Auto bombe sono esplose nel pieno centro della città, nei pressi del municipio e dell’ufficio postale. I testimoni parlano di almeno 4 esplosioni verso le 13:30 locali (le 10:30 italiane) che hanno provocato morte, distrutto numerosi negozi e auto parcheggiate. Sempre secondo alcuni testimoni, sembra che auto con targa siriana, dopo le esplosioni, hanno sparato colpi di arma da fuoco verso la folla, cercando di colpire i cittadini siriani presenti. La città, infatti, essendo di confine, accoglie migliaia di rifugiati fuggiti dalla guerra civile in Siria.

Il Ministro degli Esteri, Ahmet Davutoglu, in visita a Berlino, ha ribadito che la Turchia si proteggerà: “potrebbe darsi che sia chi vuole sabotare la pace in Turchia, ma noi non lo permetteremo. Nessuno dovrebbe mettere alla prova la potenza Turca…le nostre forze di sicurezza prenderanno tutte le misure necessarie”.

La città di Reyhanli negli ultimi mesi è stata teatro di attacchi e la tensione è molto alta a causa di frequenti scontri tra Turchi e Siriani. In febbraio, colpi di mortai uccisero 13 persone e oltre 20 rimasero ferite. Anche l’altra città di confine Akcakale, lo scorso ottobre è stata fatta oggetto di colpi di mortaio che provocarono la morte di 5 persone.

Il governo Turco appoggia le forze di opposizione al regine di Assad, per questo ha aperto i suoi confini sia ai ribelli sia ai rifugiati civili.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

La politica muscolare della Turchia destabilizza il Mediterraneo

Read More →