Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Tex L’ultima frontiera

By   /   22 Aprile 2013  /   4 Comments

Non sono mai stato un grande appassionato di fumetti Bonelli ed in particolare di Tex. L’unica eccezione a questa mia “ritrosia” nei confronti del ranger dalla camicia gialla è il “texone”.

“Texone” è il sopranome degli Albi speciali che sono nati nel lontano 1988 con il primo numero intitolato “Tex il grande!”. Due sono le caratteristiche che rendono il “texone” unico: il formato gigante che oltre a  valorizzare i disegni rende questi albi quasi dei volumi pregiati da edicola e gli autori che vengono sempre scelti tra i big del fumetto mondiale.

Tra i nomi che hanno realizzato i “texoni” citiamo grandi disegnatori come Magnus, Milazzo, Font, Bernet, Kubert, Galep e tanti altri. Tra gli sceneggiatori che hanno scritto i “texoni” il più prolifico è stato Claudio Nizzi che per oltre 20 anni ha immaginato le avventure del ranger texano.

L’albo di cui vi parlo oggi è una vera e propria riscoperta del passato dato che il “texone” n°11 risale al 1997. L’ultima frontiera, questo il nome del volume, è un’avventura ambientata nel nord degli U.S.A. dove la neve ed il freddo sono protagonisti. Questa storia ha suscitato in me grande interesse per un motivo particolare, mi ha da sempre ricordato le storie di Hugo Pratt ambientate nella frontiera come Wheeling o Jesuite Joe. Anche nell’editoriale del volume c’è un richiamo a Pratt ed alle sue storie a firma di Sergio Bonelli. I disegni di questa storia dalle atmosfere “Prattiane”  sono affidati, con grande sorpresa, ad un autore all’epoca poco conosciuto ovvero Goran Parlov. Parlov in quel periodo disegnava in Bonelli Nick Raider, ma venne notato dall’editore per lo stile duro e dettagliato, stile che serviva per rendere viva una storia crudele e piena di morte come L’ultima frontiera. Parlov ora è uno dei disegnatori più quotati del mercato U.S.A. con una lunga permanenza ai disegni di una serie cult come Punisher.

La trama di questo albo speciale vede protagonista un ragazzo indiano di nome Jesus Zane, nato dopo uno stupro di un bianco ad una ragazza indiana. Allevato dalla madre all’odio verso tutto e tutti si ritroverà giovanissimo orfano. Dopo essere stato accolto dai frati di una missione mostrerà prestissimo un’indole violenta che lo porterà a dover fuggire dalla sua nuova casa dato che aveva ucciso un missionario. Il resto della sua vita continuerà all’insegna del crimine e della violenza e ben presto il suo nome diventerà leggendario tra i criminali del nord. Le giubbe rosse non riuscendo a catturare Jesus, subendo addirittura la perdita di alcuni uomini nel tentativo fallito di catturarlo, chiameranno il grande Tex Willer ed i suoi pard per risolvere la questione. A fare da sfondo alla caccia di Tex ci sarà la follia di Jesus che rapirà la sua amata Sheewa, compagna alla missione, strappandola dalle braccia di Nat, suo marito.

Quelli che da ragazzi erano tre amici, con l’età diventeranno tre vittime della follia di Jesus.

Questo fumetto si caratterizza per la durezza di alcuni passaggi, Jesus che uccide a sangue freddo chiunque lo fronteggi con un’eccezione: Nat!

Il suo ex amico, ai tempi della missione, è l’unico a non essere ucciso a sangue freddo dall’indiano, ma non per pietà o per un senso di amicizia, ma per crudeltà!

Per Nat vivere, sapendo che Jesus tiene prigioniera sua moglie Sheewa, è peggio della morte e Jesus privandolo della moglie lo vuole condannare ad una sorte peggiore della morte.

La crudeltà di Jesus è simile al cinico atteggiamento di Jesuite Joe di Hugo Pratt che è ovviamente fonte d’ispirazione per questa storia.

Concludendo uno dei “texoni” più affascinanti, scritto e disegnato da due grandi autori e pubblicato dalla casa editrice simbolo del fumetto italiano.

Seguite un consiglio:  andate alla ricerca di questo albo speciale e non ve ne pentirete!

Consigliato a chi ama Tex e a chi vuole leggere una grande storia ambientata lungo l’ultima frontiera.

Tex Albo Speciale n°11. Sergio Bonelli Editore. Brossurato, B\N, Pag. 240, Euro 6,20

di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

4 Comments

  1. RenatoUmberto ha detto:

    grazie per la precisazione!

  2. pierpaolo ha detto:

    la storia si svolge in Canada (ci sono le famose Giubbe Rosse, ovvero la Mounted Police) e precisamente nell’alto Saskatchewan, come ripetutamente descritto nel testo. Un Tex Fuori dagli USA.

  3. Zanna Bianca ha detto:

    Che storia avvincente… c’è da leccarsi i baffi…
    GRAZIE, andrò subito alla ricerca.

You might also like...

Toomics e Prankster Comics insieme

Read More →