Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Ciclismo  >  Current Article

Giro del Trentino 2013: un grande Nibali conquista tappa e maglia

By   /   19 Aprile 2013  /   Commenti disabilitati su Giro del Trentino 2013: un grande Nibali conquista tappa e maglia

Se il Giro del Trentino è stato solo l’antipasto, la corsa rosa si preannuncia spettacolare.

Vincenzo Nibali ha fatto ciò che sa fare meglio, vincere. La salita di Sega di Ala ha messo in luce tutte le qualità del siciliano che, aiutato da una gran squadra, ha staccato tutti ed è andato a fare la doppietta tappa/classifica generale.

Proprio l’Astana in vista Giro d’Italia sembra essere una corazzata imbattibile in salita. Paolo Tiralongo è un gregario perfetto, uno di quelli che in formazioni di secondo piano potrebbero essere i leader e Fabio Aru. Il sardo lo stiamo scoprendo e, tappa dopo tappa, è sempre più una sorpresa. Classe ’90 Aru si è dimostrato un gran grimpeur, lavorando per il capitano e giungendo 4° al traguardo.

Secondo (anche in generale) è giunto Mauro Santambrogio, per l’ennesima volta. Il corridore della Fantini Vini però è un uomo in grado di dare spettacolo e al Giro sarà una scheggia impazzita dalle enormi potenzialità.

Gli avversari di Vincenzo si chiameranno Bradley Wiggins e Cadel Evans. Il primo quest’oggi è stato bloccato da un problema meccanico, ha letteralmente scagliato la bici addosso alla montagna ed è ripartito dando tutto. Le salite durissime però l’inglese le soffre, a crono però vola e la corsa rosa può fare al caso suo.

Evans invece non molla mai, l’età non è dalla sua ma la classe è cristallina. La tempra dell’australiano è quella dei tempi migliori, al Giro ci sarà.

Capitolo a parte merita Ivan Basso. Il varesino leader della Cannondale punta al podio della corsa rosa, fin’ora non s’è visto se non nelle retrovie del gruppo. Basso però l’anno scorso è stato scottato da una condizione ottimale arrivata troppo presto, quest’anno vedremo quali saranno le sue potenzialità.

Tra due settimane tutti i dubbi si dissolveranno.

di Antonio Massariolo

    Print       Email

You might also like...

Settebello: derubato della possibile finale

Read More →