Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

La giornalista etiope Reeyot Alemu vince premio Unesco per la libertà di stampa

By   /   16 aprile 2013  /   Commenti disabilitati

La giornalista etiope Reeyot Alemu è la vincitrice dell’UNESCO Guillermo Cano World Press Freedom Prize 2013. La sua candidatura era stata avanzata da una giuria internazionale indipendente di professionisti dei media in riconoscimento al suo “eccezionale coraggio, resistenza e il  suo impegno per la libertà di espressione”.

Reeyot Alemu ha scritto in modo critico su questioni politiche e sociali, con particolare attenzione al tema della povertà e parità di genere. Ha lavorato per diversi mezzi di comunicazione indipendenti. Nel 2010 ha fondato la sua casa editrice e una rivista mensile chiamata “Change”, entrambi sono stati successivamente chiusi dalle autorità. Nel giugno 2011, mentre lavorava per “Feteh”, un giornale settimanale nazionale, Alemu è stata arrestata. Attualmente sta scontando una condanna a cinque anni nel carcere di Kality.

L’UNESCO Guillermo Cano World Press Freedom Prize è stato creato nel 1997 dal Comitato Esecutivo dell’UNESCO. Viene assegnato ogni anno in occasione della celebrazione della Giornata mondiale della libertà di stampa del 3 maggio, che si terrà quest’anno in Costa Rica. Viene premiato il lavoro di un individuo o di un’organizzazione che ha dato un notevole contributo alla difesa e / o la promozione della libertà di espressione in tutto il mondo.

di Elisa Cassinelli

    Print       Email

You might also like...

Ghavami

Iran. Arrestata perché andava a vedere una partita di pallavolo

Read More →