Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Archer & Armstorng vol.1 The Michelangelo code

By   /   15 Aprile 2013  /   Commenti disabilitati su Archer & Armstorng vol.1 The Michelangelo code

I lettori più giovani probabilmente non conoscono la Valiant comics e neppure chi sono Archer e Armstrong, quindi per prima cosa devo fare un minimo di storia del comics USA.

Nel lontano 1989 Jim Shooter e Bob Layton fondarono la Valiant Comics dopo un tentativo non riuscito di acquisizione della Marvel comics. La Valiant si impose presto sul mercato USA per il buon numero di serie proposte e soprattutto per l’originalità delle storie e la bellezza dei disegni. Ad esempio“Turok: dinosaur hunter”, titolo di punta della casa editrice, nel 1993 vendette quasi due milioni di copie del numero uno.

Purtroppo team creativi e personaggi carismatici non bastarono alla Valiant che dopo un periodo di successo fallì mandando nel limbo editoriale tante serie interessanti.

Dopo un lungo periodo di inattività e qualche tentativo di rilancio da parte di altre case  editrici nel 2008 la Valiant è tornata ad esistere, da prima con semplici ristampe restaurate degli storici numeri delle serie migliori e poi nel 2012 con il progetto di rilancio delle serie con maggiore “appeal”.

Tra le serie protagoniste del rilancio delle Valiant comics ci sono stati i grandi X-O Manowar, Harbinger, Bloodshot e infine Archer & Armstrong!

Questa serie vede protagonisti due personaggi agli antipodi per carattere e per attitudine. Da un lato c’è Archer, giovane adepto di una setta segreta allevato ed addestrato con lo scopo di uccidere Armstrong ritenuto dalla setta uno dei peggiori nemici dell’umanità.

Armstrong è un immortale, o quasi, che fugge da varie società segrete nascondendosi nelle peggiori bettole di New York bevendo alcolici da mattina a sera. Solo il fato, o meglio un artefatto mistico, farà incontrare i due che dopo un inizio burrascoso diventeranno amici e collaboreranno per fermare il culto segreto dove Archer era stato allevato.

Per arginare la follia di questa setta i due amici dovranno viaggiare tanto, da New York si sposteranno a Roma per poi finire in Tibet dove un gruppo di monaci nazisti cercheranno di portare a compimento il rituale di attivazione del manufatto noto come “Boon” in accordo con i leader della setta segreta.

Archer & Armstrong unisce la commedia al genere action, i temi del misticismo e delle sette segrete alle citazioni pop e cinematografiche. Fin dal suo primo esordio questo duo si è caratterizzato per la sua verve e per il dinamismo delle sue avventure, particolare che gli autori di questa nuova serie sono riusciti a mantenere e forse anche ad amplificare.

Il team artistico di questi primi 4 numeri (ovvero il contenuto del volume n°1) sono lo sceneggiatore Fred Van Lente ed il disegnatore Clayton Henry.

Fred Van Lente riesce a tessere trame intricate e piene di battute e citazione dosando in maniera eccellente la componente comica a quella action.

I disegni di Clayton Henry sono semplicemente perfetti, dettagliati e dinamici si caratterizzano per una pulizia e storytelling della tavola invidiabile. Ovviamente da non lasciarsi sfuggire il prossimo volume della serie con l’esordio sulla serie dell’italiana Emanuela Lupacchino ai disegni, una disegnatrice eccezionale per una serie che diventerà in breve la vostra preferita.

L’edizione in volume della Valiant comics è quasi perfetta, scrivo quasi perché un difetto che ho trovato è la costa del volume che tende a scollarsi, non siamo ai livelli dei TP made in Play press che qualche anno fa facevano venire gli incubi ai lettori Dc comics in Italia ma sicuramente avrebbero potuto curare meglio questo aspetto editoriale molto fastidioso.

Concludendo un fumetto imperdibile per chi ama le letture frizzanti e ben disegnate, in attesa di un’edizione italiana del nuovo materiale Valiant vi consiglio di procurarvi il volume in lingua originale.

Archer & Armstorng vol.1 Valiant comics, brossurato, Pag. 112. A colori, $ 9,99 (in Inglese)

Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

You might also like...

Kappei vol. 1

Read More →