Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Altri sport  >  Current Article

Un SuperCopra spegne la Lube

By   /   11 Aprile 2013  /   Commenti disabilitati su Un SuperCopra spegne la Lube

Capita di tutto in questi playoff scudetto, capita anche che nella gara2 delle semifinali Piacenza riesca a battere chi non aveva mai battuto, ossia la Lube Macerata, quest’anno sempre vittoriosa contro i Lupi.

In virtù del miglior piazzamento nella regular season, i marchigiani partono con un match di vantaggio assegnato a tavolino, per i piacentini la vittoria diventa un obbligo, in caso contrario i Campioni d’Italia andrebbero sul 2-0, delicatissimo per quanto riguarda gli equilibri della serie.
Zlatanov e compagni non ci pensano su due volte, dopo un primo passaggio a vuoto, si dimostrano attenti e precisi nei momenti clou del match, chiudendo l’incontro al quarto set, di fatto annullando i vantaggi guadagnati in classifica dai ragazzi di Giuliani.

Per battere la Lube non bastano i “vecchietti“, serve una prova perfetta da parte di tutti, Corvetta e Vettori rispondono “presente” all’appello, ma il Copra è un diesel, lascia campo agli avversari poi si sveglia. Il primo parziale vede la riscossa dei marchigiani, che pronti via, scavano un solco profondo 5 punti, i ragazzi di Monti sono troppo fallosi al servizio e soltanto un SuperZlatanov riesce a tenere a galla i suoi, 78% in attacco, stessa percentuale ottenuta dall’avversario diretto Ivan Zaytsev.

Nel secondo periodo i ragazzi in maglia rossa non sbagliano più dai 9 metri, ma ciò che balza all’occhio di tutti è l’incredibile sfida, basata sulla potenza, ingaggiata dai martelli di entrambe le compagini, il resto lo fa Holt, lo statunitense si dimostra efficace nel momento importante del set, chiudendo 25-20 il parziale, rimettendo i piatti della bilancia allo stesso livello.

Il terzo set è uno dei più appassionanti della stagione, Papi sembra dieci anni più giovane, mette in difficoltà Parodi nella ricezione ed aiuta i compagni a tenere la testa altissima, Zaytsev riprende ad attaccare con la sua media standard, Savani fatica a prendere le misure in ricezione ed al servizio, Kooy non dà la svolta e Vettori tiene le medie altissime, morale dopo il secondo time out tecnico Piacenza vola e chiude il set sul 25-17.

Il quarto set parte subito con una salita per i Campioni d’Italia, Papi porta i suoi sul 14-10, ma tre errori di ricezione riportano il parziale in parità, si procede punto a punto, per lo sprint finale Monti vuole dare brio al gioco mandando sul parquet i giovani, Vettori attacca con l’88%, Corvetta che fa l’alzatore riceve alla perfezione le due palle decisive, chiudendo il  set sul 29-27.

Nuovo appuntamento sabato ad Osimo per gara3.

di Marco De Palo

    Print       Email

You might also like...

Elefantentreffen: Dove si temprano i veri rider

Read More →