Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Stati Uniti. L’Aeronautica costretta a lasciare a terra gli aerei da combattimento

By   /   10 Aprile 2013  /   Commenti disabilitati su Stati Uniti. L’Aeronautica costretta a lasciare a terra gli aerei da combattimento

La crisi è crisi! Anche gli Stati Uniti, come tutti, debbono combattere la crisi finanziaria, trovando il modo di risparmiare. Questa volta a pagarne le conseguenze è l‘Aeronautica costretta a tenere a terra un terzo degli aerei da combattimento per far fronte ai tagli del budget della Difesa.

Questo toccherà non solo alle unità dislocate negli Stati Uniti, ma anche in Europa e nel Pacifico.

Il Generale Mike Hostage ha precisato che gli aerei saranno posti a terra a rotazione per concentrasi sulle missioni in corso e che, inoltre, “l’attuale situazione significa che stiamo accettando il rischio che la forza aerea non sia pronta a rispondere con immediatezza in caso di necessità”.

Da parte sua anche la Marina ha fatto sapere che i tagli costringeranno a fermare per tutto l’anno la pattuglia acrobatica “Blue Angels”.

Il budget dell’Aeronautica Statunitense è stato ridotto di 591 milioni di dollari, pari a 450 milioni di Euro circa.

I tagli, entrati in vigore dopo che i Democratici ed i Repubblicani non sono riusciti a mettersi d’accordo sulla programmazione della spending review e sulla riduzione del deficit, fanno parte di una serie di misure di riduzione i cui effetti sono cominciati a partire dal 1° marzo. I tagli, pari a circa 85 miliardi di dollari, sono stati divisi tra i programmi militari e quelli interni.

Il Pentagono aveva già annunciato che 46 mila impiegati sarebbero stati sospesi o licenziati a causa della riduzione del budget.

L’Aeronautica ha comunicato che questa situazione si rifletterà sulle operazioni del Comando Aereo e sui programmi di manutenzione. La carenza di fondi ha già costretto la Forza Armata a ridurre circa 45 mila ore di volo per addestramento. Alcune unità saranno messe a terra al termine del loro attuale impiego fuori area, ma già la prima unità è stata messa a terra da oggi.

Un portavoce dell’Aeronautica ha fatto sapere che le unità si concentreranno sull’addestramento in bianco a terra per mantenere le capacità basiche e la conoscenza dell’aereo. A detta del Generale Philip Breedlove, Comandante dell’Aeronautica USA, le uniche eccezioni saranno fatte per le unità impiegate in Afghanistan e quelle destinate al Nord Africa, tra cui il Mali.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

USA ed Europa sempre più distanti

Read More →