Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Repubblica Centrafricana, Unhcr: oltre 37mila in fuga

By   /   5 Aprile 2013  /   Commenti disabilitati su Repubblica Centrafricana, Unhcr: oltre 37mila in fuga

Si continua a fuggire dalla Repubblica Centrafricana e cresce l’emergenza umanitaria. Sale a 37mila il totale delle persone che, dall’inizio del conflitto lo scorso dicembre, sono fuggite verso gli altri stati della regione. Nelle ultime due settimane l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) ha registrato nuovi arrivi di rifugiati in Ciad, Camerun e Repubblica Democratica del Congo (RDC).

I rifugiati provengono soprattutto dalla capitale Bagui, ma anche dalle città di Bangassou, Rifai e Zemio, nelle regioni sud-orientali del paese, al confine con la RDC e sono fuggiti principalmente verso il nord della RDC (30.876), come anche in Ciad (5.600) e in Camerun (1.024).

In Ciad l’Unhcr ha  trasferito i rifugiati nel campo di Moro, una struttura che già ospita rifugiati centrafricani e che si trova a distanza di sicurezza dal confine.

Nella Repubblica Democratica del Congo, l’Agenzia dell’Onu ha assistito oltre 26mila rifugiati. Nella provincia di Equateur i rifugiati alloggiano in un campo e in 19 siti temporanei.

L’Unhcr ha riferito di voler espandere il campo di Worobe a Zongo, città congolese che si trova sull’altra riva del fiume Oubangi rispetto alla capitale centrafricana Bangui. Inoltre più a nord a Inke, nel distretto di North-Ubangi, è stata avviata la preparazione di un’area di 400 ettari che le autorità hanno messo a disposizione per accogliere inizialmente almeno 10mila rifugiati.

All’interno della Repubblica Centrafricana la situazione continua a peggiorare e circa 173mila persone sono state sradicate dalla recente scontri, pur restando all’interno dei confini nazionali, mentre l’esodo verso altri paesi aumenta.

Prima del colpo di stato del 24 marzo i rifugiati centrafricani nei paesi limitrofi erano già 187.889, dei quali 87.092 in Camerun, 70.664 in Ciad, 29mila nella RDC e 1.143 in Sud Sudan. Si tratta principalmente di persone fuggite da anni di violenze da parte dei gruppi armati attivi soprattutto nel nord del paese. 

di Elisa Cassinelli

    Print       Email

You might also like...

Task Force USA in rotta verso il Venezuela contro il narcotraffico

Read More →