Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Current Article

Di Canio allenatore del Sunderland tra le polemiche

By   /   1 Aprile 2013  /   Commenti disabilitati su Di Canio allenatore del Sunderland tra le polemiche

Di Canio e’ il nuovo allenatore del Sunderland, squadra che milita nella Premier League Inglese, ma la scelta ha subito creato dure reazioni anche in seno al Direttivo.
David Milibrand, fratello di Ed, capo del partito Laburista, non ha infatti gradito la scelta e si e’ dimesso dal Consiglio Direttivo. La motivazione addotta e’ stata per il passato politico di Di Canio e per le affermazioni e i comportamenti di stampo “fasciti”.
Che il Di Canio sia schierato politicamente a destra non e’ affatto un mistero anzi, proprio a causa di questo ha fatto spesso parlare di se’. In particolare, si ricordera’ che, nel 2005, durante la partita Lazio-Juventus, vinta dalla Lazio per 3 a 1, a casua del saluto romano rivolto ai tifosi della curva fu squalificato e multato per 10 mila Euro. Gesto ripetuto altre volte, scatendo ogni volta immancabili reazioni e commenti anche a livello internazionale.
In Italia, Di Canio ha giocato con la Juventus, Milan, Napoli e Lazio, ma ha anche a lungo militato in Gran Bretagna nello Sheffield Wednesday, nel Charlton, Celtic e nel West Ham. Da allenatore ha guidato, nel 2011-2012, lo Swindon Town, riportandolo dalla League Two in League One, meritando il premio come migliore allenatore dell’anno.
Tuttavia, anche questa occasione scateno’ le polemiche, tant’e’ che lo sponsor della squadra, il sindacato GMB, si ritiro’ proprio a causa delle idee politiche del giocatore. Un portavoce del GMB disse: “Si e’ apertamente dichiarato a favore di Mussolini e percio’ e’ un peccato che lo Swindon posso aver scelto lui, a maggior ragione data la natura multietnica dellla squadra e della citta’”.
Famoso ed unico e’ rimasto il suo gesto durante la partita tra Everton e West Ham, quando il giocatore, pur potendo fare gol, fermo’ il gioco, afferrando la palla con le mani, per correre in aiuto del portiere caduto. Per questo gesto, nel 2000, ricevette il premio Fair Play Fifa.

Di Canio e’ il nuovo allenatore del Sunderland, squadra che milita nella Premier League Inglese, ma la scelta ha subito creato dure reazioni anche in seno al Direttivo.

David Milibrand, fratello di Ed, capo del partito Laburista, non ha infatti gradito la scelta e si e’ dimesso dal Consiglio Direttivo. La motivazione addotta e’ stata per il passato politico di Di Canio e per le affermazioni e i comportamenti di stampo “fasciti”.

Che il Di Canio sia schierato politicamente a destra non e’ affatto un mistero anzi, proprio a causa di questo ha fatto spesso parlare di se’. In particolare, si ricordera’ che, nel 2005, durante la partita Lazio-Juventus, vinta dalla Lazio per 3 a 1, a casua del saluto romano rivolto ai tifosi della curva fu squalificato e multato per 10 mila Euro. Gesto ripetuto altre volte, scatendo ogni volta immancabili reazioni e commenti anche a livello internazionale.

In Italia, Di Canio ha giocato con la Juventus, Milan, Napoli e Lazio, ma ha anche a lungo militato in Gran Bretagna nello Sheffield Wednesday, nel Charlton, Celtic e nel West Ham. Da allenatore ha guidato, nel 2011-2012, lo Swindon Town, riportandolo dalla League Two in League One, meritando il premio come migliore allenatore dell’anno.

Tuttavia, anche questa occasione scateno’ le polemiche, tant’e’ che lo sponsor della squadra, il sindacato GMB, si ritiro’ proprio a causa delle idee politiche del giocatore. Un portavoce del GMB disse: “Si e’ apertamente dichiarato a favore di Mussolini e percio’ e’ un peccato che lo Swindon posso aver scelto lui, a maggior ragione data la natura multietnica dellla squadra e della citta’”.

Famoso ed unico e’ rimasto il suo gesto durante la partita tra Everton e West Ham, quando il giocatore, pur potendo fare gol, fermo’ il gioco, afferrando la palla con le mani, per correre in aiuto del portiere caduto. Per questo gesto, nel 2000, ricevette il premio Fair Play Fifa.

    Print       Email

You might also like...

Il Nuovo Latina Lady vince contro lo Sporting Latina Women

Read More →