Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Egitto: arrestato il comico Bassem Youssef per insulti a Morsi

By   /   30 Marzo 2013  /   Commenti disabilitati su Egitto: arrestato il comico Bassem Youssef per insulti a Morsi

Le autorità egiziane hanno arrestato il celebre comico satirico Bassem Youssef per insulti all’Islam e al presidente Mohamed Morsi.  Il suo programma televisivo El-Bernameg in cui si è preso gioco di politici, imam, generali, e ultimamente anche del presidente egiziano, ha riscosso molto successo ma non ha mancato di creare polemica. Il 4 marzo il procuratore generale egiziano aveva aperto un’inchiesta sul caso sulla base di 12 querele di cittadini che si erano detti “feriti psicologicamente” dalla sua satira politica.

Youssef, 38 anni, medico chirurgo, ha preso parte alle mobilitazioni rivoluzionarie offrendo il suo aiuto all’ospedale di campo volontario di Piazza Tahrir. In quell’occasione pubblicò una serie di video satirici su Youtube in cui ridicolizzava i critici e i persecutori dei manifestanti.

Ha usato il suo appartamento al Cairo come set per girare un paio di video, che ha diffuso su YouTube e un anno dopo il suo show è approdato in tv. In questi anni, Youssef ha ironizzato sia sui liberal che sui conservatori, e su tutti i politici, vestendo i panni di El Baradei, dell’ex premier Shafik e del salafita Abu Ismail.

Quando, lo scorso novembre, il presidente ha assunto poteri eccezionali, il comico lo ha preso in giro in uno sketch: “Morsi Il Grande ha limitato il ruolo dei magistrati per il nostro e il loro bene”. Abbracciando sensualmente un cuscino rosso con la faccia di Morsi, ha poi ridicolizzato un suo discorso pieno di riferimenti all’amore che prova per gli egiziani, mettendo a confronto le parole del nuovo raìs con quelle dei ministri del vecchio regime che si dicevano pronti ad “abbracciare” il popolo e intanto reprimevano le proteste. Due avvocati islamici, uno dei quali legato alla Fratellanza Musulmana di Morsi, hanno denunciato il comico, chiedendo la sospensione dello show.

Recentemente Youssef aveva ricevuto un ondata di proteste per un’altra puntata del suo show in cui aveva affermato, in chiave appunto satirica, che Morsi avrebbe dovuto avere un Oscar come migliore attore, produttore, sceneggiatore e fotografo di scena.

di Elisa Cassinelli

    Print       Email

You might also like...

Abbattere i simboli delle ingiustizie razziali

Read More →