Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Lastman n°1

By   /   25 Marzo 2013  /   Commenti disabilitati su Lastman n°1

Spesso abbiamo parlato di Euro-Manga ovvero di quelle opere a fumetti occidentali che si ispirano ed ambiscono ad essere accomunate ai Manga.

L’ultimo esperimento di un trio di autori francesi (Balak, Sanlaville, Vivès) è proprio un tentativo di unire lo stile grafico della BD alla narrazione ed al formato editoriale tipico dei Manga.

Lastman è un fumetto di combattimenti, un po Naruto ed un po Dragon Ball. Il protagonista del fumetto è Richard Aldana, esperto di arti marziali venuto da molto lontano che si iscrive al torneo di arti marziali senza rivelare l’obbiettivo del suo viaggio. Purtroppo per Richard il torneo è a squadre, quindi senza un partner per Aldana non ci sono speranze di partecipare. Fortunatamente anche un altro combattente è rimasto senza partner per il torneo, Adrian Velba di appena 12 anni. Questo insolito team riuscirà, grazie alle doti di lottatore di Aldana, ad arrivare quasi alle semifinali del torneo, ma come ogni manga che si rispetti il team dei protagonisti dovrà soffrire parecchio per ottenere la vittoria.

Oltre all’influenza dei manga in questo fumetto si nota la grande passione dei tre autori per i videogames, in alcuni casi espressa in maniera plateale come per Richard, il protagonista, che ricorda in maniera inequivocabile Ken di Street Fighter, o ad esempio il misterioso Cristo Canyon che sfoggia una maschera ed un abbigliamento simile a Vega (sempre da Street Fighter).

Ovviamente vi starete tutti domandando: Ma è valido Lastman? Riesce veramente ad essere un manga alla francese (o viceversa)?

Si, questa BD secondo me riesce ad essere un importante esperimento cross-fumettistico, lo stile grafico di Bastien Vivès (autore di Polina e di altre graphic novel di successo) essenziale ma espressivo, spesso visionario e con una narrazione veloce tipica dei manga action rendono questo fumetto un ottimo esperimento di fusione di generi. Oltre a Vives in questo progetto sono coinvolti altri due autori, Balak e Sanlaville, questi tre autori hanno collaborato tutti insieme a stretto contatto in uno studio per realizzare a sei mani i disegni e la storia di Lastman.

Questo fumetto è pubblicato in Francia dalla Casterman, mentre in Italia sarà pubblicato dalla Bao, in un formato tipico dei fumetti giapponesi detto “tankobon”. Ci sono le prime pagine a colori come in ogni manga che si rispetti e anche il formato delle tavole è quello caratteristico dei Manga con uno storytelling veloce ed intenso. L’unica cosa che manca a Lastman è l’uso da parte degli autori dei retini, ma grazie allo stile particolare di Vivès non si nota questo particolare sostituito dall’uso sapiente dei grigi all’interno delle tavole.

Qualche curiosità finale su Lastman: alla fine del fumetto gli autori ringraziano la Wacom, azienda leader nella produzione di tavolette grafiche, credo che questo sia uno dei primi casi di sponsorizzazione fumettistica. Sia nei “making of” che si trovano online che nel “journal” alla fine del libro appare la bellissima Hitomi Tanaka, pornostar giapponese qui presente in veste di “consulente sui manga”. Credo che più che per una consulenza la bella Hitomi sia stata coinvolta nel progetto Lastman come ragazza immagine. Nel volume sono presenti inoltre delle figurine, ma non come omaggio, ma da attaccare all’interno del fumetto al posto delle illustrazioni in bianco e nero. Una particolarità che sicuramente farà felici i lettori più giovani.

Concludendo una lettura piacevole, per ora solo in francese, che presto sarà disponibile anche in italiano. Consigliato agli appassionati di manga ma anche ai lettori “integralisti” che non leggerebbero mai un manga o che evitano le BD come la peste.

Un prodotto interessante ed originale che saprà appassionare lettori di tutte le età!

Lastman n°1, brossurato, B\N e colori, 204 pag. Edizioni Casterman. Euro 12,50 (In Francese)

di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

You might also like...

Toomics e Prankster Comics insieme

Read More →