Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Atletica  >  Current Article

El Barouki stravince alla Belluno-Feltre Run

By   /   24 Marzo 2013  /   Commenti disabilitati su El Barouki stravince alla Belluno-Feltre Run

Non si può non citare il detto: “Gara bagnata, gara fortunata”, è quello che è stato detto a Hicham El Barouki, trentaquattro anni, marocchino d’adozione torinese, che oggi ha stravinto la corsa di 30 km ai piedi delle Dolomiti con il nuovo primato della corsa 1h35’15”. Secondo posto invece per Benazzouz Slimani, terzo posto per Ghallab. In campo femminile, Giovanna Ricotta, atleta padovana, ha bissato il successo del 2012, laureandosi così campionessa regionale. Ai bellunesi del Gronda Florex Running Team la staffetta 3×10 km.

Barouki si è lasciato alle spalle Benazzouz Slimani, anch’egli sceso sotto il vecchio primato (1h35’40”). Terzo un altro marocchino, Khalid Ghallab (1h36’40”). Ai piedi del podio il trevigiano Fabio Bernardi (Silca Ultralite), cui è andato il titolo veneto assoluto. Ritirato invece al 17° km uno dei favoriti, Said Boudalia, presentatosi al via in imperfette condizioni fisiche: per lui niente tris, dopo i successi del 2011 e 2012.

Appena tre settimane fa, El Barouki si era aggiudicato la Placentia Marathon, ma alla Belluno-Feltre Run ha dimostrato di aver recuperato le energie in fretta. “Una gara bellissima, nonostante la pioggia. Ero venuto per vincere e ho vinto. Ho allungato sulla salita del Casonetto, staccando Slimani, poi non ho più avuto problemi. Ora punto a correre una maratona veloce a maggio”.

Se Boudalia ha mancato il tris, il bis è invece riuscito a Giovanna Ricotta, confermatasi sul gradino più alto del podio femminile dopo la vittoria dell’anno scorso. L’infermiera padovana, tesserata per un club rodigino, l’Atletica Salcus, ha così vinto anche il titolo veneto assoluto. Seconda, a 23”, l’emiliana Laura Ricci, rimasta in compagnia della Ricotta sino alla salita di Busche, decisiva anche in campo femminile. Terza la slovena Aleksandra Fortin; ottima quinta la bellunese Paola Dal Mas.

Seicento gli atleti al via della 30 km, ai quali si sono aggiunti i 130 partecipanti alla prova non competitiva per i quali era possibile l’iscrizione sino a poco prima della partenza.

Ben 120, invece, le staffette 3×10 km impegnate nel Trofeo Flex Piave. Nel 2012 erano state 102: l’aumento di oltre il 15% conferma il successo di una formula che, di fatto, apre la Belluno-Feltre Run anche ai meno allenati o a chi, come l’azzurrino Emilio Perco, settimo con i giovani Alessandro Schenal e Federico Polesana della Gomme.it, ha obiettivi tecnici diversi da una 30 km.  Sul gradino più alto del podio, il Gronda Florex Running Team, composto dai bellunesi Luca Cagnati, Antonio Toninelli e Nicola Spada.

Corsa, ma non solo. Circa 250 atleti hanno fatto passerella nel 5° Trofeo Lafuma, classica prova trail dedicata al Nordic Walking che alla vigilia ha dovuto cambiare percorso (passando da 10 a 13 km) per evitare i sentieri innevati dei pendii attorno a Feltre.

Sabato, invece, a Prà del Moro, il Nordic Walking aveva tenuto a battesimo una 6 Ore a squadre, con 12 formazioni partecipanti. Successi che si aggiungono a successi in una domenica in cui, grazie alla sapiente regia del Gs La Piave 2000, coadiuvato da oltre 600 volontari, hanno corso, o camminato con i bastoncini del Nordic Walking, oltre 1.500 persone.

Una domenica di festa per gli atleti, ma anche per chi, da volontario o da spettatore, ha comunque contribuito al successo di un evento che rappresenta ormai l’orgoglio della Belluno che corre. Prima del via, sia a Belluno che a Feltre, un minuto di silenzio in onore di Pietro Mennea.

    Print       Email

You might also like...

GP Suzuka – Giappone: l’analisi della gara

Read More →