Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Myanmar. Terminato il primo Congresso del partito d’opposizione

By   /   10 Marzo 2013  /   Commenti disabilitati su Myanmar. Terminato il primo Congresso del partito d’opposizione

Il partito di opposizione, la Lega Nazionale per la Democrazia (NLD), guidato dalla rieletta leader Aung San Suu Kyi, dopo 25 anni ha tenuto a Yangon il suo primo Congresso Nazionale, durato 2 giorni, in cui è stato approvato il programma politico.

Obiettivi sono la democrazia e i diritti umani, oltre alla ferma volontà di partecipare alla costruzione della pace e di rafforzare la legalità nella lotta che il Paese deve affrontare per diventare uno stato moderno, sviluppato e democratico.

In politica estera, nel più vasto contesto delle relazioni globali il partito applicherà una linea politica attiva e indipendente, mentre svilupperà relazioni più strette e di cooperazione nei confronti dei Paesi politicamente più vicini. Punti di riferimento saranno le Nazioni Unite, la Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale.

Con riguardo ai rapporti etnici, il partito lavorerà per la pace, tenendo presente i malcontenti delle differenti etnie e si coordinerà politicamente per affrontare il problema in sede istituzionale.

Nel settore giudiziario, il partito chiede che vengano assicurati i diritti legali nei tribunali, alle dipendenze della Corte Suprema, mentre, in quello amministrativo, intende costruire una macchina amministrativa che garantisca la legge, la trasparenza, la responsabilità, senza corruzione e corruttibilità.

Nel settore economico, adotterà una politica di apertura al mercato, lotta alla povertà attraverso piani a medio e lungo termine, aumento del budget per Sanità e Scuola e, soprattutto, sviluppo dell’agricoltura. Nel settore della Difesa e della Sicurezza, le Forze Armate dovranno proteggere la democrazia e le forze di polizia di assicurare l’applicazione delle leggi.

Alla due giorni di congresso hanno preso parte circa 1.400 persone, di cui 894 delegati, provenienti da oltre 250 città, delle varie regioni e stati, e numerose delegazioni di vari partiti e rappresentanze etniche, oltre al gruppo “Generazione dei Gruppi di Studenti”.

Sono stati eletti i 120 membri, più 30 di riserva, dei Comitati Centrali (CC), tra questi, i 15 membri, più 5 di riserva, dei Comitati Centrali Esecutivi (CEC). La Aung San Suu Kyi, rappresentante del partito della regione di Yangom, è stata rieletta Presidente del partito, che vanta oltre 1,3 milioni di iscritti. Il vecchio leader U Tin Oo è rimasto Presidente dei 7 membri del Board of Patrons (Collegio dei Patroni) del partito.

La Lega Nazionale per la Democrazia è nata nel settembre 1988, dopo la presa del potere militare, ed ha riguadagnato la legalità nel 2012, dopo che alla Aung San Suu Kyi furono definitivamente tolti gli arresti domiciliari cui era stata costretta dal 2010. La San Suu Kyi, eletta parlamentare nel 2012, è anche presidente del Comitato per le Regole Legali e la Tranquillità della Camera Bassa.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Ecuador: apertura del governo alle richieste dei manifestanti

Read More →