Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Basket  >  Current Article

BasketCaffe.com: serata magica per Steph Curry, 54 punti e nuovo record stagionale

By   /   28 Febbraio 2013  /   Commenti disabilitati su BasketCaffe.com: serata magica per Steph Curry, 54 punti e nuovo record stagionale

Dieci partite nella notte NBA: tante sorprese e una sola certezza, i Lakers pur non avendo giocato possono certamente sorridere perchè i playoffs si sono avvicinati terribilmente. Le tre squadre davanti alla franchigia di Los Angeles hanno tutte perso, a partire dai Rockets, caduti a sorpresa in casa contro i Bucks. La mazzata è arrivata proprio sulla sirena quando Monta Ellis ha sparato una fortunosa tripla da 9 metri dando il successo a Milwaukee; determinante anche Ersan Ilyasova con una doppia-doppia da 20 punti e 10 rimbalzi. Per Houston 25 punti di Harden, 16 con 22 rimbalzi di Asik e 13, 7 rimbalzi e 5 assist per Motiejunas, partito titolare. Pesante sconfitta interna anche per i Jazz, mai veramente in partita contro gli Hawks giunti al quarto successo consecutivo. Continua il periodo positivo di Horford che trascina i suoi con 34 punti e 15 rimbalzi.

Tecnicamente entrano nel mirino dei Lakers anche i Warriors, usciti sconfitti dal Madison Square Garden al termine di una delle partite più spettacolari della stagione. Tyson Chandler domina sotto i tabelloni e porta giù la bellezza di 28 rimbalzi (14 nel solo primo quarto, nuovo record NBA) di cui 10 in attacco, ma dall’altra parte Steph Curry è in una serata magica e spara 54 punti con un clamoroso 11/13 dalla lunga distanza. Si decide tutto negli ultimi minuti quando Anthony (35) e Smith (26) trovano i canestri giusti. Non memorabile il debutto Kenyon Martin in maglia Knicks: in poco meno di 5 minuti l’ex Nuggets fa il classico trilione (0 in tutte le voci statistiche), con però -10 di plus/minus.

Risalendo la classifica dell’ovest troviamo i Nuggets che contro i Blazers trovano la terza vittoria in fila. Senza Gallinari i migliori sono Lawson (30) e Iguodala (29, 7 rimbalzi e 8 assist), ma il canestro decisivo arriva da un post basso di Andre Miller (5 e 10 assist). Nel finale thriller Damien Lillard (26) trova la tripla del -1 a 3 secondi dalla fine, ma Aldridge (22) sbaglia il tiro del pareggio sulla sirena. Al quarto posto restano però i Grizzlies che si confermano la squadra più hot della Western Conference con l’ottava doppia-V consecutiva. Contro i Mavs si trovano addirittura sotto di 25 punti ad inizio secondo quarto, ma al rientro dagli spogliatoi la musica cambia completamente e Memphis piazza un parziale di 24-5 che lancia gli uomini di Hollins verso la vittoria. Formidabile l’apporto della coppia Gasol-Randolph che combina per 43 punti, 22 rimbalzi e 9 assist.

Spaventosa prestazione dei Thunder che seppelliscono con 45 punti i malcapitati Hornets. In appena 27 minuti Durant firma la terza tripla-doppia della carriera con 18 punti (5/8 dal campo), 11 rimbalzi e 10 assist; Westbrook non fa peggio sparando 29 punti in 26 minuti. Incolore l’esordio di Derek Fisher che finisce con 0 punti e 2 assist. Si interrompe a quota 18 la striscia di successi al AT&T Center per gli Spurs. Phoenix infatti, grazie ad una incredibile tripla di Wes Johnson, raggiunge l’overtime dove San Antonio segna appena un punto lasciando strada ai Suns. In texas si ripresenta un Jermaine O’Neal versione 2000 che griffa 22 punti e 13 rimbalzi alzandosi dalla panchina.

Passando ai bassi fondi della Eastern Conference è con enorme dispiacere che siamo qui a commentare l’ennesimo “uovo” di Andrea Bargnani che nella sconfitta dei suoi Raptors a Cleveland chiude con 0/4 al tiro e 1 rimbalzo in 15 minuti. Per i Cavs, ancora senza Irving, decidono Waiters (23) e Livingston (15). Bella W in volata per i Pistons che fermano la corsa dei Wizards; per Detroit ci sono 18 assist di Calderon che mette in ritmo Knight (32) e Monroe (26). Tornano a sorridere anche i Kings che dopo la sconfitta in doppio over time a Miami spazzano via i Magic mandando sette uomini in doppia cifra. Il migliore è Salmons con 21 punti e 5 assist in 21 minuti.

Leggi gli altri risultati su BasketCaffe.com

Guarda la serata magica di Curry, 54 punti per lui

Giovanni Conte – BasketCaffe.com

    Print       Email

You might also like...

GP Suzuka – Giappone: l’analisi della gara

Read More →