Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Siria, morto il fotoreporter francese Olivier Voisin

By   /   25 Febbraio 2013  /   Commenti disabilitati su Siria, morto il fotoreporter francese Olivier Voisin

Il fotoreporter  francese Olivier Voisin è morto ieri sera in un ospedale di Istanbul dove era stato trasferito subito dopo il ferimento avvenuto lo scorso giovedì nel nord della Siria. Schegge di proiettili lo hanno colpito al braccio destro e alla testa mentre si trovava nelle vicinanze della città di Idlib, ad Hamah. Inutile l’intervento chirurgico al quale è stato sottoposto.

Fotografo free-lance, 38 anni, Voisin ha collaborato con numerosi media francesi e internazionale. I suoi reportage sono stati pubblicati da testate come L’Express, Le Monde, Le Progres, Le Soir, Liberation, Elle, La Vie, La Croix, Telerama e The Guardian. Ha collaborato anche con l’AFP, alla quale ha ceduto diverse fotografie del conflitto in Siria.

Questa era la seconda volta in Siria per il fotoreporter: lo scorso agosto infatti era riuscito a raggiungere Aleppo e a testimoniare, attraverso i suoi scatti, l’orrore della guerra. Si tratta del quarto giornalista francese a perdere la vita nel conflitto siriano.

A rendere ancora più drammatica la sua morte c’è una lettera che Olivier aveva inviato una lettera all’amica e collega italiana del Tg5, Mimosa Martini, il giorno prima del ferimento dovuto allo scoppio di una granata. Lettera che l’ Huffingtonpost ha pubblicato on line. Nelle parole del fotoreporter traspariva tutta la sua grande passione per il lavoro che svolgeva ma anche le paure e l’orrore che i suoi scatti raccoglievano sul territorio siriano.

Reporter senza frontiere (RSF) ha già rilasciato un comunicato esprimendo rammarico per quanto accaduto. “La sua morte tragica, a soli due giorni dopo il primo anniversario della morte del fotografo francese Rémi Ochlik e la giornalista statunitense Marie Colvin a Homs, ha messo in evidenza ancora una volta il caro prezzo pagato da coloro che coprono il conflitto armato della Siria. Rendo omaggio ai 23 giornalisti e 54 cittadini-giornalisti che hanno perso la vita in Siria dall’inizio della rivolta nel marzo 2011”, ha detto il segretario generale di RSF, Christophe Deloire.

di Elisa Cassinelli

Foto: Le Parisien

    Print       Email

You might also like...

La 56esima Conferenza di Monaco sulla Sicurezza

Read More →